Cerca

Paradossi

Avvocato Roberto Cota, incredibile per il leghista: ecco chi difende in tibunale

Roberto Cota

Un piccolo paradosso che coinvolge l'ex presidente leghista del Piemonte, Roberto Cota. Dopo l'addio al vertice della Regione, nella nuova veste di avvocato - la professione che è tornato a fare dopo che è stato travolto dal caso delle firme false - si è trovato a difendere in un'aula di tribunale di Verbania un tunisino accusato di ricettazione di una bicicletta. Interpellato sulla "stranezza", Cota spiega: "È successo per caso. Il tunisino regolare in Italia era difeso da un collega che mi ha chiesto di sostituirlo nella causa perché aveva un altro impegno. Ho accettato senza battere ciglio. La politica non c'entra. i clienti sono clienti". Cota ha poi aggiunto di aver difeso stranieri anche in passato, ma di non essere iscritto alle liste d'ufficio, in modo di non dover difendere immigrati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Chry

    04 Marzo 2016 - 07:07

    Ah, adesso applica l'etica e la deontologia... e perché non poteva farlo da politico ???

    Report

    Rispondi

  • cabass

    03 Marzo 2016 - 17:05

    Intanto lui dopo la politica, è tornato a lavorare... Non è da tutti!

    Report

    Rispondi

  • iltrota

    03 Marzo 2016 - 15:03

    Hai capito, il genio mancato della Lega? Ha pure una laurea in giurisprudenza....magari rubacchiata in Albania!!! Kornudos verdi....

    Report

    Rispondi

  • nick2

    03 Marzo 2016 - 15:03

    Ricettazione di una bicicletta! Però, un caso complesso, han fatto bene ad affidarlo a un principe del foro…

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti