Cerca

Il parallelismo

La profezia di Mastella fa tremare Renzi. Così sputtana il Pd e la Sinistra

La profezia di Mastella fa tremare Renzi. Così sputtana il Pd e la Sinistra

L'altissimo tasso di trasformismo registrato in questa legislatura parlamentare, oltre 200 cambi di casacca solo a metà del mandato, è la conferma secondo Clemente Mastella che quello brutto, sporco e cattivo non era lui e il suo partito, ma che "la politica dell'autosufficienza non esiste - ha detto al Giorno - Non ci sono partiti monolitici e le alleanze sono necessarie". Dopo quarant'anni di politica tra Democrazia cristiana e i vari piccoli partiti più o meno eredi della Balena bianca, Mastella continua a togliersi qualche sassolino dalla scarpa, soprattutto osservando quel che sta succedendo al Senato tra il movimento di Denis Verdini, la maggioranza renziana e i duri e puri di sinistra che protestano per la presenza imbarazzante dell'ex Forza Italia. Un trattamento di disprezzo molto simile a quello riservato all'ex ministro della Giustizia quando ha dato il suo sostegno al secondo governo Prodi: "Ero utile in quella fase, così come lo è Verdini oggi"

Chiacchieroni - Dalle primarie Pd a Roma, fino al voto della fiducia sulle unioni civili, ogni passo del movimento di Verdini ha scatenato l'indignazione dei democrat, come una sorta di paura: "Macché paura - rimbrotta Mastella - A sinistra sono maghi nell'utilizzare tutti. Nello strumentalizzare e poi rinfacciare. È un'idea di purezza. Un grillismo dell'anima negato dai fatti".

Utile - Che il Pd non possa sperare di andare avanti da solo è più che una certezza per Mastella, dettata soprattutto dall'esperienza personale. Ma è proprio quell'esperienza che racconta di un precedente pericoloso per il governo Renzi. I piccoli partiti a sostegno della maggioranza diventano ogni giorno sempre più indispensabili, visto che la sinistra Pd spesso e volentieri fa venire meno il proprio sostegno per protesta. Ma come accadde per Prodi, anche Renzi potrebbe rischiare grosso se le controffensive giudiziarie dovessero ripartire, come all'epoca di Mastella.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giacomolovecch1

    04 Marzo 2016 - 19:07

    ......con la scusa della Costituzione.....si permette a dei faccendieri di fare il salto sul prato più verde....

    Report

    Rispondi

blog