Cerca

Addio zoccolo d'uro

Primarie Pd, vincono Giachetti a Roma e Valente a Napoli. Affluenza a picco

Primarie Pd, schiaffi a Renzi: affluenza a picco a Roma. E a Napoli Bassolino sogna

Vincono i suoi candidati ma il popolo del Pd, sempre più striminzito, volta le spalle a Matteo Renzi. Il giorno delle primarie, da Roma a Napoli, da Trieste a Grosseto, da Bolzano a Benevento, registra un'affluenza tutt'altro che esaltante. Il dato peggiore, in proporzione, è senz'altro quello della Capitale, la sfida più importante a livello politico.


A Roma è Giachetti - Alle 18 i votanti erano intorno ai 40.000, il dato finale alle 22 non arriva ai 50.000 ma si ferma a 43.000: la metà di quelli del 2013, quando vinse Ignazio Marino. Segno che lo zoccolo duro dei dem romani si è sgretolato sotto i colpi di scandali e gestioni scellerate, tanto che è stato il comitato elettorale di Roberto Morassut, il candidato della minoranza dem, a lanciare prima di cena l'allarme sulla bassa affluenza. I dati sui votanti dicono che l'affluenza in periferia è stata quasi azzerata, segno dello scollamento tra romani e Pd. Il risultato, alla fine, conferma i pronostici con il renziano Roberto Giachetti che vince largamente, superando il 60% dei voti.

Niente Bassolino - Non molto meglio è andata nelle altre città: alle 18 a Bolzano hanno votato in 1.500, a Trieste 5.500, a Grosseto 4.258, a Napoli 23.000 e a Benevento 4.300 elettori. A Napoli testa a testa tra il vecchio Antonio Bassolino, candidato contro il volere del partito, e Valeria Valente: vince lei, scelta dal Nazareno, di soli 600 voti. A Trieste vince Roberto Cosolini, con il 65%, contro il senatore Russo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    07 Marzo 2016 - 12:12

    il popolo PD striminzito a unico esistente.

    Report

    Rispondi

  • grazialofo

    07 Marzo 2016 - 10:10

    Le primarie del PD? Sono una farsa. Le primarie del PD? Sono fonti di guadagno per il PD. Le primarie del PD? Sono scandalose. Una persona deve andare a votare e deve pagare minimo 2 euro per 50.000 votanti = 100.000 Euro. Bravi. Fanno votare, come a Milano, stranieri e sedicenni, che vergogna.

    Report

    Rispondi

  • zefleone

    07 Marzo 2016 - 07:07

    La demenza: vecchi pensionati (maggior elettori), in fila, pagano 2€, eleggono un rappresentante che incasserà fior di quattrini sulle loro spalle e le fregano la pensione. Dopo criticano e si incazzano. Ma veramente per alcuni la vecchiaia invece di essere saggezza e pacatezza, è totale ignoranza e stupidità. I loro figli dovrebbero prenderli a calci in culo son quelli che hanno rovinato l'italia

    Report

    Rispondi

    • imahfu

      07 Marzo 2016 - 12:12

      zefleone Come ti capisco Erano meglio le P di Berlusconi, vero?

      Report

      Rispondi

blog