Cerca

Lo scontro Capitale

La minaccia alla Meloni. Ultima mossa di Berlusconi: cosa le ha detto al telefono

Giorgia Meloni

Roma rischia di frantumare il centrodestra: la candidatura di Guido Bertolaso ha disintegrato la "pax". Contro l'ex capo della Protezione civile, in prima linea, c'è Matteo Salvini: non lo vuole, sconfessa la scelta di Silvio Berlusconi e premier per far scendere in campo Giorgia Meloni. Per il leghista, è lei la donna giusta per la corsa al Campidoglio. Lei, da par suo, avrebbe detto: "La devono smettere quei due di fare una guerra sulla pelle di questa città. Risolvano ad Arcore i loro problemi, non scarichino le tossine di questo scontro a Roma".

Il punto, però, è che le "tossine di questo scontro" potrebbero contaminare la stessa Meloni. Già, perché il Cav è furibondo con Salvini, è cosa nota, ma avrebbe anche posto un ultimatum a Giorgia. Secondo indiscrezioni di stampa, il Cav la avrebbe chiamata e le avrebbe detto: "Siete stati tu e Salvini a convincermi a chiamare Bertolaso, io non torni indietro". E ancora: "Di Salvini non mi fido più e se tu non appoggi Bertolaso hai chiuso anche con me".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • afadri

    15 Marzo 2016 - 17:05

    Forza Italia è ormai alla canna del gas. Pochi ancora credono in questo partito visto le numerose defezioni di questi ultimi anni. Voglio anche capire che qualch'uno abbia sputato nel piatto dove ha mangiato, ma non saranno tutti così quelli che hanno abbandonato il Berlusca. Peccato tentava di rimettersi in gioco invece......scegliendo o avallando Bertolaso si è tagliato le palle.,

    Report

    Rispondi

  • afadri

    15 Marzo 2016 - 17:05

    Intanto Bertolaso ha se non erro è indagato per due accuse. Solo per questa ragione al di la che tra qualche anno si scopra sia innocente dalle accuse che gli vengono imputate, solo e esclusivamente per questo un politico corretto deve rinunciare ad amministrare la cosa pubblica. In seguito se sarà prosciolto potrà rientrare e ricandidarsi. Cosi si fa in "paese onesti e democratici".

    Report

    Rispondi

  • alkhuwarizmi

    15 Marzo 2016 - 12:12

    Giorgia Meloni ha chiuso con Berlusconi, o forse, meglio, il viceversa (viste le infinite stravaganze del Cavaliere ed il tracollo del suo partito), quando ha scelto di lasciare il cosiddetto PopolodelleLibertà e di cercare un'alternativa di autentica destra. Mission Impossible? Sembra di sì, ma quanto meno si è dimostrata coerente. Per quel che conta in questo nostro disgraziato Paese.

    Report

    Rispondi

  • La cugina di Gheddafi

    15 Marzo 2016 - 09:09

    si vanno definendo i nuovi confini della politica italiana: una destra legofascista, una sinistra perennemente impegnata a frantumarsi e al centro il rassemblement renzi-berlusconi con i suoi nuovi leader Denis e Angelino. Siamo a posto

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog