Cerca

L'inchiesta

Verdini, il pm chiede due anni per l'accusa di corruzione

Denis Verdini e la strategia per conquistare nuovi azzurri

 Due anni di reclusione sono stati chiesti dall'accusa per il senatore Denis Verdini (Ala, Alleanza liberalpopolare-autonomie) a processo, con l'accusa di concorso in corruzione, per la vicenda delle presunte irregolarità nell'assegnazione dell'appalto per la costruzione, a Firenze, della Scuola marescialli  L'imprenditore Riccardo Fusi, titolare della società Btp e amico d'infanzia di Verdini "voleva ad ogni costo aggiudicarsi l'appalto della Scuola marescialli di Firenze, con mezzi leciti o illeciti", ha detto nella requisitoria il pm Ilaria Calò, sottolineando che proprio per questo chiese a verdini di intercedere per la nomina a provveditore delle opere pubbliche della Toscana dell'ingegnere Fabio De Santis, che lo avrebbe aiutato a raggiungere l'obiettivo. "Fusi - ha detto la pm - aveva capito che a Roma esisteva un sistema corruttivo, messo in piedi da Angelo Balducci, presidente del Consiglio superiore dei Lavori Pubblici, e dal suo braccio destro Fabio De Santis". Il senatore è l'unico imputato nel processo stralcio della vicenda, mentre gli altri protagonisti, Riccardo Fusi, Angelo Balducci, Fabio De Sanctis e l'imprenditore Francesco De Vito Piscicelli, sono già stati condannati con sentenze passate in giudicato dai due anni ai tre anni e otto mesi di reclusione

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Boldrino

    17 Marzo 2016 - 18:06

    Ho i miei dubbi che uno cosi' prenda due anni. Non mi meraviglierei che alla fine uscisse indenne. Guardatelo.

    Report

    Rispondi

  • Bolinastretta

    17 Marzo 2016 - 15:03

    ora è tutto chiaro...

    Report

    Rispondi

  • blu_ing

    17 Marzo 2016 - 14:02

    Appoggia il governo, non gli dirai niente nessuno, presto però ci lascerà, amen

    Report

    Rispondi

blog