Cerca

Fondi antimafia

Scontro Di Maio - Boschi, il caso imbarazzante che sbugiarda il ministro

Maria Elena Boschi

Maria Elena Boschi

I parlamentari del Movimento Cinquestelle che siedono nella commissione Antimafia tornano all'attacco del ministro Maria Elena Boschi, che ha invitato Luigi Di Maio a dimettersi dopo la polemica sul blocco dei fondi per le vittime di mafia. Secondo il vicepresidente del senato, quei fondi sono fermi da tempo e le famiglie non ricevono nulla, secondo il ministro è tutto falso e invita il grillino a dimettersi. I parlamentari grillini però tirano in ballo alcune storie raccontate dal Mattino che smentirebbero la Boschi:  "Possiamo leggere sul Il Mattino di Napoli la testimonianza della moglie dell’imprenditore ucciso Domenico Noviello che conferma come il suo risarcimento sia sospeso dal 2015. Questi sono i fatti, non facciamo polemica ma chiediamo giustizia. Inoltre - proseguono i 5 Stelle - leggiamo l’appello del Comitato Don Peppe Diana che mette in luce come Augusto Di Meo che denunciò gli assassini di Don Peppe Diana, dopo 22 anni, non è stato riconosciuto come testimone di giustizia. Facciamo nostre queste istanze, perchè per noi la lotta alle mafie è stare al fianco dei cittadini coraggiosi, che non meritano la caciara di un Pd che è stato messo a nudo nella sua ipocrisia più profonda, cominciando dal distratto presidente della commissione Antimafia Bindi. Non si può aspettare l’audizione di Alfano per capire cosa sia successo, il fondo deve essere sbloccato immediatamente, senza indugi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cabb34

    20 Marzo 2016 - 14:02

    Luigi Di Maio Vicepresidente di cosa??? Del Senato???

    Report

    Rispondi

blog