Cerca

Intervistata da Sky

Virginia Raggi, schiaffi a Meloni e Salvini: "Mai accordo con loro"

Virginia Raggi, schiaffi a Meloni e Salvini:

Un accordo con la Lega e con Meloni? "Mi permetta di trasecolare. Assolutamente nessun accordo, fa parte del nostro Dna: mai con i partiti che hanno devastato l'Italia e Roma". La candidata sindaco del Movimento 5 Stelle a Roma, Virginia Raggi, chiude la porta in faccia a chi, nel centrodestra, sembrava aver abbozzato nelle ultime ore un imprevedibile asse con i 5 Stelle in funzione anti-Pd al ballottaggio.

"Andiamo per la nostra strada" - Ospite di Maria Latella a L'intervista su SkyTg24, la Raggi è stata categorica: "Noi andiamo avanti per la nostra strada, poi se i cittadini riterranno validi i nostri programmi ci voteranno". "Noi siamo pronti a dare un nuovo volto alla città, se poi i cittadini pensano che i vecchi partiti abbiano fatto un buon lavoro - aggiunge - continuino a votare i vecchi partiti". Oggi "sono tutti bravi a parlare, ma l'illegalità e Mafia capitale hanno prosperato durante le amministrazioni precedenti, nei decenni in cui Roma è stata governata dal Pd, dal centrosinistra e dal centrodestra che oggi vengano a fare la morale", e questo "fa un po' sorridere, se non inorridire".


"Da Renzi voglio rispetto" - La Raggi vede una sua sconfitta come "un'ipotesi remota". In ogni caso, "Renzi deve sapere che se il sindaco sarà un 5 Stelle deve tanto rispetto a quel sindaco, o all'eletto di qualsiasi colore politico esso sia, quanto a Giachetti (il candidato sindaco del Pd, ndr). Anche perché il sindaco amministra nel rispetto di tutti i cittadini, e altrettanto il premier deve fare, altrimenti - avverte Raggi - si assumerà il rischio del fallimento di Roma". "Renzi minaccia di far fallire Roma se il sindaco non è Giachetti? La trovo una manovra elettorale bieca, veramente bassa", conclude.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • capitanuncino

    21 Marzo 2016 - 09:09

    Lasciate che vica le elezioni.Poi vedremo che cosa saprà fare.

    Report

    Rispondi

blog