Cerca

L'inchiesta

La telefonata-bomba sul governo
"Non solo Guidi, la frase sui ministri"

La telefonata-bomba sul governo

Non sono Federica Guidi. Dalle intercettazioni in mano alla Procura di Potenza emerge, secondo quanto scrive il Corriere della sera che "sono diversi i ministri che si sono adoperati per far approvare l' emendamento che dava il via libera al progetto Tempa Rossa. Alcuni hanno avuto rapporti diretti con i vertici della Total". Lo dice il dirigente del colosso petrolifero  . A raccontarlo, nelle intercettazioni, è il dirigente del colosso petrolifero Giuseppe Cobianchi al telefono con Gianluca Gemelli, il compagno dell' allora ministro per lo Sviluppo economico Federica Guidi, costretta a dimettersi per il coinvolgimento nella vicenda.

Gli atti - La Procura di Potenza, intanto, indaga sull' ipotesi di disastro ambientale. Cobianchi parla ed evidentemente non sa di essere intercettato. Il Corriere riporta alcune frasi agli atti dell'inchiesta che dimostrano come la Guidi non fosse l'unico ministro a sapere. Ecco uno stralcio. Cobianchi dice: "So che il ministro in prima persona si è adoperato nelle settimane scorse con la regione Puglia per cercare di promuovere questo incontro, che sarebbe stato importante... Purtroppo da quello che so la regione Puglia non ha dato una disponibilità a questa roba, per motivi politici sostanzialmente, da quello che ho capito, quindi adesso si cercherà di far passare nella legge di Stabilità un po' quello che è necessario far passare... ovviamente c' è tutta una serie di iniziative che con... che si sta cercando di portare avanti anche sul piano, mi lasci dire, giuridico nei confronti delle delibere che sono state prese al comune di Taranto, eccetera... però la situazione è un po' ingarbugliata... ecco, in questo momento... però ecco ci tengo a precisare che noi non sospendiamo niente, cioè i lavori in corso vanno avanti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Piranhaottavo

    04 Aprile 2016 - 13:01

    Comunque sia . . l'importante che tutto il PD ( compresi quelli della minoranza ) fa quadrato e praticamente appoggia come sempre i Decreti criminogeni e le Leggi del proprio Segretario !

    Report

    Rispondi

  • redicoppe

    04 Aprile 2016 - 12:12

    fanno di tutto e sono disposti a tutto pur di far fuori Renzi, il perché temono di essere fatti fuori loro e per sempre e che in fondo pensano che Renzi, se non lo fanno fuori ora, possa rimanere anche per la prossima legislatura GianKamillo

    Report

    Rispondi

  • arwen

    03 Aprile 2016 - 15:03

    Ma sua maestà il teleimbonitore non molla. Sicuro del fatto che il partito non lo mollerà, la poltrona e il potere che lui garantisce sono la sua assicurazione sulla vita del governo, continua a cialtroneggiare ciarlando della disoccupazione al sud, delle grandi opere bloccate, ammantando la sua azione da meschino inciuciatore servo delle lobby di amor di Patria e innovazione. Inarrivabile!

    Report

    Rispondi

  • vacabundo

    03 Aprile 2016 - 13:01

    Sono ministri per tartassarci di tasse senza ritegno, senza rispetto ,senza correttezza e alla fine si perdono in un bicchiere di acqua,facendo sempre i loro interessi o quelli della famiglia.Mi domando:si può continuare così?In Italia ci sono il 39& di italiani già poveri per effetto dell'euro, e delle tasse ed ancora si mettono altre tasse,Forse arriviamo a tassare quante volte fai la pipi .

    Report

    Rispondi

    • pinux3

      04 Aprile 2016 - 13:01

      Se si può spendere meno soldi per importare energia dall'estero magari si potranno anche ridurre le tasse...

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog