Cerca

Addio

Bertolaso verso il ritiro, Berlusconi indeciso tra Meloni e Marchini

Guido Bertolaso

Qualcosa si muove. Controvoglia, cambiando spesso idea, ma il Cavaliere si è convinto che sarebbe sbagliato «regalare una vittoria a chi non se lo merita» e sembra disposto a riaprire i tavoli con gli alleati - o ex - di centrodestra. Ciò non significa arrendersi, però, o, peggio, mettere Forza Italia in condizioni di dover rinunciare alla sua golden share, specie ora che le elezioni Politiche sembrano meno lontane di un tempo. Si tratta di capire se il “piano b” sia quello di far convergere i voti azzurri sul “civico” Alfio Marchini e ricucire col centro o agganciare i “lepenisti” di Lega e Fdi e riagguantare il Pd nei sondaggi.

Così a a Matteo Salvini che si offre pubblicamente di «mediare» e «vedere Silvio Berlusconi quando vuole», per ribadirgli che «l’unica candidatura vincente è quella di Giorgia Meloni», risponde seccamente la portavoce azzurra, Deborah Bergamini: «Facciamo fatica a capire cosa ci sia da mediare; noi abbiamo rispettato la parola data e gli accordi presi, mentre lui e Meloni no...». Proprio in quello stesso momento Guido Bertolaso, il candidato ufficiale degli azzurri, che da ieri ha avviato la campagna di affissioni, confermava di voler «restare in campo», anche se, lontano dai riflettori, avrebbe dato la sua disponibilità a ritirarsi in caso di richiesta del Cavaliere.

Ma la novità è che pure Alfio Marchini, candidato civico, che da giorni sta lavorando ad aggregare il centrodestra, si è scagliato contro il leader del Carroccio: «Berlusconi non mi sembra abbia bisogno di badanti, anche perché, a differenza di Salvini, nella sua vita ha dimostrato di saper vincere...», ha dichiarato l’ingegnere-imprenditore, candidato “civico”, ma sostenuto da Udc e Ncd. Da giorni Marchini lavora per “spostare” Forza Italia sul proprio progetto, nel quale vorrebbe coinvolgere anche La Destra di Francesco Storace. Insieme i tre potrebbero superare il 20%.

Ignazio La Russa, dirigente di Fdi, però va in pressing: «Ritirare Bertolaso e convergere tutti su Meloni? Sarebbe un colpo di buon senso». L’ex ministro della Gioventù dovrebbe arrivare agevolmente al ballottaggio. Frena, confermando però che qualcosa si muove, l’ex an, vicepresidente del Senato di Fi, Maurizio Gasparri: «Il quadro non cambia, c’è pressione per dire di non sprecare le forze, ma Bertolaso è in campo e Berlusconi ritiene che sia la soluzione migliore». «L’unità è auspicabile, ma potrebbe pure essere su Bertolaso», aggiunge. Quest’ultimo, però, anche a causa del ritardo nelle affissioni - mentre Meloni e Marchini hanno tappezzato da giorni la città - nei sondaggi resta indietro, circa all’8%. Con queste previsioni, gli azzurri nella Capitale avrebbero addirittura avuto difficoltà ad individuare candidati per il consiglio comunale. Una cosa è certa: l’ex premier prima di riaprire la partita-Roma vuole chiudere quella sulle altre città, specie Napoli, dove Gianni Lettieri ancora aspetta. In bilico - con meno speranze di successo - anche Torino, Bologna e Novara. «Io e Berlusconi ci vedremo dopo lunedì», annuncia Salvini. Che avrebbe già dalla sua una fetta importante di Fi.

di Paolo Emilio Russo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • veneziano49

    10 Aprile 2016 - 21:09

    e no...caro Silvio..Salvini e la Meloni non sono dipendenti di Publitalia....adesso lo hai voluto Bertolaso e te lo tieni , qui non sei al Milan che hai sempre ragione e Mihailovjc sempre torto Adesso te lo tieni , così vediamo quanto vali tu ....la Ghisleri dice che Bertolaso e FI a Roma valgono dal 6 all'8%. Hai perso Silvio ,non conti più nulla , passa la mano ed è Salvini che deve guidare ilCD

    Report

    Rispondi

  • Chry

    09 Aprile 2016 - 11:11

    Vada all new town del L'Aquila, vada a farsi rivedere dai cittadini insieme all'amico Berlu

    Report

    Rispondi

  • mauro iacomelli

    09 Aprile 2016 - 11:11

    NON è finita la corsa !!! è finita Forza Italia per la conduzione della attuale dirigenza, da gasparri a razzi, da brunetta alla garnero detta pitonessa, della cons. regionale minetti e socie,, dal cerchio magico/tragico guidato dalla pascale con il suo consulente vladimiro detto Luxuria, dalla maria rosaria rossi, dagli approfittatori ecc. Pres. BERLUSCONI TORNI CON NOI di FORZA ITALIA 1994

    Report

    Rispondi

  • augusto.mursia

    09 Aprile 2016 - 10:10

    B hai atto flop, molla prima che ti travolga definitivamente, fai come Cincinnato ritirati in campagna a coltivare le susine

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog