Cerca

Il golpe dei tg

L'occupazione comunista della Rai. Chi arriva per controllare i giornalisti

L'occupazione comunista della Rai. Chi arriva per controllare i giornalisti

L'informazione della Rai si tinge sempre più di rosso dopo le ultime nomine nella squadra di Carlo Verdelli. Il direttore editoriale per l'informazione della Rai ha deciso di pescare fuori dal mazzo degli oltre 1800 giornalisti di viale Mazzini per la scelta dei due vice e del responsabile per l'area digitale. Ad affiancare Verdelli ci sarà Francesco Merlo, 65 anni anni, editorialista di Repubblica, già inviato del Corriere della sera. Con lui il 60enne Pino Corrias, già dirigente di Rai Fiction e collaboratore di Vanity Fair. Per l'area digitale la scelta è caduta su Diego Antonelli, il più giovane del gruppo con i suoi 45 anni, capo della redazione Immagini dell'Ansa, per 15 anni responsabile del sito gazzetta.it. Curriculum di grande prestigio, ma che non prevedono grandi competenze televisive, fatta eccezione per Corrias.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • miraldo

    20 Aprile 2016 - 20:08

    I veri comunisti sono quelli del Pd e del M5s, i cosi detti ladroni..........

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    20 Aprile 2016 - 20:08

    Ma chi guarda la RAI ? I renziani e coloro a cui hanno fatto il lavaggio del cervello. Attenzione !! I robottini che vorrebbe gestire Renzi con i messaggi RAI potrebbero però avere qualche corto circuito. Risultato ? Se ne potrebbero vedere delle belle.

    Report

    Rispondi

  • maxdemax

    maxdemax

    20 Aprile 2016 - 20:08

    S I A M O S O TT O M E S S I - ORMAI CONTROLLANO TUTTO - libertà di stampa bho..- sei libero di dire le cose che vogliono LORO altrimenti non va bene.Altro che leggi ad personam - qui abbiamo un governo - paese ad PARTITUM, ad STATALUM e ad POLITICUM intanto MAgna ti che mano mi e swift ci fottono tutti i nostri contributi - IMPDAP swift fotte IMPS - poltici/statalesi tutti contenti

    Report

    Rispondi

    • bruno osti

      20 Aprile 2016 - 23:11

      Ti risulta, da cosa, che sia impedito a qualcuno di dire o scrivere qualcosa? Qualcuno ha impedito a Libero di scrivere che la RAI è comunista? Di scrivere titoli ad minchiam come questo? Qualcuno impedisce a te di scrivere la minchiata che hai scritto?

      Report

      Rispondi

      • ilsovranista

        21 Aprile 2016 - 08:08

        L'evidenza che il servizio pubblico è asservito è la partecipazione della presidentessa ( Boldrini docet) alla riunione della trilaterale in termini non giornalistici. L'errore è cosiderare ancora destra e siniatra che non esistono più, si scelgono uomini che sono disponibili a essere pilotati dal regime oligarchico che ormai detta le regole ai politici meri amministratori. La magistratura? Assente.

        Report

        Rispondi

        • bruno osti

          21 Aprile 2016 - 14:02

          chi sceglierebbe ed imporrebbe chi? l'unica possibilità è che possa avvenire in RAI. Ma Maxdemax parla di stampa; e nelle migliaia di forum, blog, social etc, chi imporrebbe chi e chi vieterebbe di parlare e dire cosa a chi? Basta leggere le str...amberie che si leggono qui sopra!

          Report

          Rispondi

blog