Cerca

I democratici di Genova

L'agguato rosso in piazza contro Toti. Fischi e insulti: ecco cosa ha detto

L'agguato rosso in piazza contro Toti. Fischi e insulti: ecco cosa ha detto

Già da quando il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, ha preso la parola sul palco di Genova per i festeggiamenti del 25 aprile, la piazza di democraticissimi con bandiera rossa al seguito ha cominciato a borbottare. Poco importa se l'ex giornalista Mediaset sia un rappresentante delle istituzioni (quindi qualcuno lo avrà pur votato per essere lì), viene dalla parte sbagliata e per questo merita tutta la disapprovazione preventiva di piazza Matteotti. Ma la situazione è degenerata quando Toti, sul palco con la presidenta della Camera Laura Boldrini, ha toccato le corde più sgradite ad ex partigiani e loro eredi: ha citato il caso dei due marò, accusati dal 15 gebbraio 2012 della morte di due pescatori indiani e vittime di un'infinita odissea giudiziaria. Così contro Toti sono partiti fischi e contestazioni. La razione del presidente è amara: "Una cristallina espressione di democrazia, magari non di educazione - ha detto Toti - Diciamo che rappresentano bene le idee. In manifestazioni come queste scivola sempre un pò la frizione. Quando la sinistra che mette la giacca delle istituzioni saprà riconoscere che non ci sono politici e politicanti, ma che le idee quando hanno il voto dei cittadini, hanno tutte una legittimità, allora saremo una grande democrazia e un grande Stato come altre realtà. In quanto ai fischi, ci stanno tutti. Quando si fischiano invece due marò, che sono i figli e i nipoti di quei ragazzi che dopo l’8 settembre hanno garantito la possibilità di essere in piazza oggi, ci si resta male".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • incazzataavita

    26 Aprile 2016 - 15:03

    E una vergogna ,dobbiamo pensare che sono due militanti accusati ingiustamente ,lontani dalla loro patria ,a rischio di non essere più liberi , e stanno attraversando un calvario infiniti ,credo che ci voglia rispetto ,e solidarietà per questi molitanti .

    Report

    Rispondi

  • bobo43

    26 Aprile 2016 - 09:09

    poveri comunisti di merda, sono tutti cosi, si rodono sempre quando si parla di legalita'

    Report

    Rispondi

  • 47 biondi

    25 Aprile 2016 - 22:10

    questi benedetti maro,hanno tutte le ragioni ,il comportamento dei magistrati indiani è scandaloso. Ricordiamoci però che hanno ammazzato due persone,e in qualunque paese sarebbero stati condannati,non sono certo due eroi

    Report

    Rispondi

    • renzobaldo

      06 Maggio 2016 - 19:07

      ma taci sinistrato biondo, e prendi le medicine. i marò non hanno ammazzato nessuno; oramai è ampiamente accertato. solo tu fai finta di non capire, per cantare la canzoncina come te la detta il social-partito.

      Report

      Rispondi

  • iltrota

    25 Aprile 2016 - 21:09

    ...Ex giornalista Merdaset.... E hai detto tutto!!! E che ci sta a fare in politica 'sta nullità? Toti va fischiato sempre , a prescindere !!!!! Bananas......

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog