Cerca

Od e M5S vicinissimi

Sondaggio Ipsos-Pagnoncelli: Grillo adesso mette (davvero) paura a Renzi

Sondaggio Ipsos-Pagnoncelli: Grillo adesso mette (davvero) paura a Renzi

Sarà l'effetto-Casaleggio. O il governo che non ne azzecca una, travolto da continui scandali. Fatto sta che la distanza tra Movimento 5 Stelle da una parte e Pd dall'altra è ormai ridotta all'osso. Secondo un sondaggio Ipsos illustrato oggi dal Corriere della Sera, è di appena 2,2 punti percentuali (31,1% contro 28,9%) rispetto ai 5,3 punti della stessa rilevazione effettuata alla metà di marzo (quando lo scandalo-petrolio) non era ancora esploso.

In questo mese e mezzo i grillini hanno guadagnato due punti, mentre il Pd ha lasciato sul terreno l'1,1%. Nel "terzo polo politico" del Paese, Forza Italia e Lega fanno a sportellate per la leadership del centrodestra, esattamente appaiate a quota 13,1% e su valori sostanzialmente invariati rispetto alla metà di marzo, mentre Fratelli d'Italia perde lo 0,3% e scende al 3,9. Insieme i tre partiti (che forse, a questo punto, insieme davvero non saranno mai) valgono il 30,1%, ossia un punto percentuale meno del Pd.

Certo, se si federassero in una lista unica potrebbero davvero mettere paura a Renzi, anche più dei 5 Stelle. E realisticamente ambire al ballottaggio previsto alle politiche dall'Italicum quando nessuna delle liste ottiene almeno il 40% delle preferenze al primo turno facendo scattare il premio di maggioranza. Secondo Ipsos-Pagnoncelli, comunque, l'unico in grado di contendere davvero il successo a Renzi in caso di secondo turno sarebbe Grillo: nell'ipotesi di ballottaggio, infatti, il Pd avrebbe il 50,9% delle preferenze contro il 49,1 dei 5 Stelle. Il centrodestra, invece, uscirebbe nettamente battuto sia dal Pd (52,3% contro 47,7%), sia dal M5S (54,6% contro 45,4%). Insomma, per il centrodestra la strada appare in salita assai anche nell'ipotesi dei tre partiti uniti in una sola lista. Figuriamoci dovessero presentarsi in ordine sparso... sempre che non cambi l'equilibrio delle forze che oggi sostengono il governo (Alfano, Renzi, Casini, ecc...).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alkhuwarizmi

    02 Maggio 2016 - 10:10

    Da oltre due anni vi aggrappate ad ogni cosa per profetizzare la caduta di Renzi. Un ennesimo tentativo di esorcizzare la realtà. Ci terremo Renzi-superstar, consolatevi, perché (tranne veri cataclismi, imprevedibili) non vi è nulla che, oggi, ne metta in pericolo la permanenza a Palazzo Chigi.

    Report

    Rispondi

    • demaso

      03 Maggio 2016 - 09:09

      Renzi portatelo tu a casa e già che ci sei convincilo a restituire subito i soldi che ha rubato insieme ai suoi amici banchieri agli italiani!

      Report

      Rispondi

  • JeffBeck

    01 Maggio 2016 - 17:05

    VAI A CASA ABUSIVO.

    Report

    Rispondi

    • bruno osti

      01 Maggio 2016 - 21:09

      Perché abusivo?

      Report

      Rispondi

      • demaso

        03 Maggio 2016 - 09:09

        Perché nessuno gli ha dato il mandato per governare l'Italia, e perché a suo tempo affermò di governare soltanto con le elezioni, ma da quel bugiardo che è a fatto tutto come pareva a lui complice Napolitano altro abusivo del potere grazie alla costituzione becera e vecchia di 70anni peggio di quella che hanno i paesi africani!

        Report

        Rispondi

  • demaso

    01 Maggio 2016 - 15:03

    per roma avanti con la Meloni sola contro tutti, in particolare i boss che hanno tradito e fatto danni per gli italiani in particolare: Berlusconi, fini, storace, alemanno i veri alleati di renzi per avere un posto di potere!!!

    Report

    Rispondi

  • demaso

    01 Maggio 2016 - 15:03

    per roma avanti con la Meloni sola contro tutti, in particolare i boss che hanno tradito e fatto danni per gli italiani in particolare: Berlusconi, fini, storace, alemanno i veri alleati di renzi per avere un posto di potere!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog