Cerca

Il vertice

Incontro tra "reduci": Bersani, Letta e Prodi la riunione anti-Renzi

Incontro tra "reduci": Bersani, Letta e Prodi la riunione anti-Renzi

Proprio mentre la minoranza dem si scaglia contro il "bullismo anagrafico" di Maria Elena Boschi a Bologna si sono incontrati Romano Prodi, Enrico Letta e Pier Luigi Bersani, un appuntamento per celebrare,  spiega il Corriere della Sera, "l'incredibile attualità" di Beniamino Andreatta, padre del defunto centrosinistra. Nel celebrare la teoria politica di Andreatta non è difficile cogliere un affondo contro Matteo Renzi. Il primo a parlare è Letta che ai suoi giovani alunni della sua Scuola di politiche intitolata ad Andreatta, dice: "La politica è il noi, non è l' io. Non è questa ipertrofia dell' ego".  Quando da Roma arriva la notizia che Renzi ha chiesto una moratoria sulle polemiche e ha chiamato tutta la sinistra a raccolta, l'ex premier Letta osserva: "Ritengo sbagliato fare di questo referendum una specie di armageddon. È una cosa che farà del male alla riforma". Sulla riforma costituzionale, Prodi non parlerà prima della fine dell' estate: "Dirò la mia quando sarà il momento". Bersani si è già espresso a favore così come Letta, ma l' idea di un referendum pro o contro Renzi prorprio non gli piace. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • tizi04

    10 Maggio 2016 - 15:03

    ma questi non hanno nemmeno gli occhi per piangere,in tre non fanno cervello e di cazzate ne hanno gia' fatte abbastanza. In tre possono al massimo fare un tresette a non prendere ein 4 con pinocchio sempre un tresette in coppia.Se penso che questi sono le migliori teste della sinistra,posso capire perche' siamo in queste condizioni economiche.Risultati del ventennio rosso!!!!

    Report

    Rispondi

  • Happy1937

    10 Maggio 2016 - 12:12

    Peggio di Renzi sono certamente questi tre, da soli o in compagnia!

    Report

    Rispondi

blog