Cerca

Occhio alle cifre

"Una cosa così non s'è mai vista". Mister sondaggi: "Renzi è spacciato"

Matteo Renzi

Allarme rosso fuoco per Matteo Renzi: per la prima volta i "no" superano i "sì" nel referendum sulla riforma costituzionale sul quale il governo si gioca il futuro politico ("Se perde, mi ritiro", ha affermato da Fabio Fazio). È quanto emerge da un sondaggio Ixé, secondo il quale i "no" sarebbero in vantaggio con il 52%, contro il 48% favorevole al pacchetto di riforme.

Ma non è tutto. La situazione, per Renzi, è ancor peggiore rispetto a quella descritta dalle cifre. La ragione la spiega il presidente di Ixè, Roberto Weber: "Un mese fa i sì erano avanti di otto punti e ora sono sotto di due punti. È un totale ribaltamento della tendenza, un fatto che avviene molto di rado". E ancora, aggiunge Weber: "I no questa settimana stanno ulteriormente guadagnando terreno". La disfatta, per Renzi, sta per arrivare. E dunque anche l'addio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • MOVACAGHER

    09 Giugno 2016 - 13:01

    SALVATE IL SOLDATO RENZI....Ce lo chiede l'Europa?

    Report

    Rispondi

  • cane sciolto

    13 Maggio 2016 - 20:08

    Prima lo si prende a CxxxI nel sedere e meglio è, basta vedere che faccia di m.che ha costui e la dice tutta.

    Report

    Rispondi

  • francesco assumma

    13 Maggio 2016 - 19:07

    Quando gli italiani prenderanno sul serio la reale situazione politica e manderanno a casa Renzi sbruffone, parolaio a vuoto che si vanta di successi inesistenti o a colpi di fiducia da un manipoli di parlamentari non eletti od assetati di potere ( Alfano, Verdini ). Quando ci rendiamo conto che Renzi non rappresenta neanche il 15-20% ca. degli italiani e sono avventurieri e furbetti politicanti.

    Report

    Rispondi

  • FIGLIOdiNESSUNO

    FIGLIOdiNESSUNO

    11 Maggio 2016 - 18:06

    Renzi fa solo proclami. La forza della rottamazione è inesistente e mi ricorda la favola de "Il re nudo". Sembra quasi che voglia costruirsi attorno un castello inespugnabile con il suo scranno inamovibile, attraverso intrighi di corte alla Verdini. I nostri giovani continuano ad espatriare e non si intravede un segnale forte per annullare o almeno limitare i privilegi della casta.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog