Cerca

Il retroscena

"Rolex e diamanti", la Pinotti nei guai. Incontro drammatico con Renzi

"Rolex e diamanti", la Pinotti nei guai. Incontro drammatico con Renzi

La vicenda del Rolex e dei gioielli regalati a Roberta Pinotti durante in occasione della firma dell'accordo con il Kuwait con Finmeccanica per la vendita di 28 caccia sta montando. Oggi Dagospia che ha dato la notizia torna sulla vicenda con un nuovo retroscena. Ieri sera mercoledì 11 maggio ci sarebbe stato un acceso confronto tra il ministro della Difesa e Matteo Renzi. Non si sa se il colloquio sia stato telefonico o di persona, ma è certo che i toni fossero tutt'altro che gradevoli. Di più. Pare anche che insieme ai gioielli "importanti" destinati ufficialmente alle figlie della Pinotti e al Rolex d'oro bianco tempestato di brillantini, al ministro sia stato regalato anche un collier di preziosi, con ogni probabilità diamanti.

E come se non bastasse, a preoccupare la Pinotti c'è anche l'inchiesta Tempa rossa, per la quale si è già dimessa Federica Guidi. Oltre al suo portavoce, Andrea Armaro, sembra che i giudici vogliano chiarire quale ruolo ha avuto nell'operazione la società Difesa servizi guidata dal segretario particolare della Pinotti, Fausto Recchia. Recchia a cui è stata affidata la gestione del protocollo dell'eventuale consegna dei regali ricevuti dal ministro. 

Ieri il ministero della Difesa ha smentito: "Il ministro Pinotti ha sempre seguito le prescrizione contenute nel Dpcm del 20.12.2007 riguardo i cosiddetti doni di rappresentanza. Ove ne ricorrono le condizioni detti doni vengono quindi presi in consegna e custoditi dall'Amministrazione Difesa. Sono perciò da considerare prive di qualsiasi fondamento le notizie apparse oggi". Dubbio: è tutto falso o i regali ci sono ma il ministro non li ha tenuti per sé?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • heidiforking

    14 Maggio 2016 - 16:04

    Cavoli ha fatto bene Matteo ad arrabbiarsi ! I Rolex sono i suoi! Solo lui può tenerseli senza conseguenze

    Report

    Rispondi

  • encol

    13 Maggio 2016 - 09:09

    Alè la banda del buco che ci governa è sempre all'opera.

    Report

    Rispondi

  • Garrotato

    13 Maggio 2016 - 09:09

    Si dice che Di Vittorio, da parlamentare, abbia rimandato al mittente, un nobile piemontese suo amico, un cestino di specialità gastronomiche inviatogli come regalo di Natale, "per non dare adito a fraintendimenti". Evidentemente erano altri tempi... Era di sinistra anche Di Vittorio, compagnucci.

    Report

    Rispondi

  • luigin54

    13 Maggio 2016 - 07:07

    LADRI, LADRI, LADRI, LADRI.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog