Cerca

"Un atto di giustizia sociale"

Pensioni, il piano del Pdl per alzare le minime

Renato Brunetta spiega come si troveranno i fondi per il ritocco agli assegni: "Il costo dell'operazione? Due miliardi di euro. Come nel 2001"

Renato Brunetta e Silvio Berlusconi

Brunetta e Berlusconi

L'ultima bomba del Cav, prima del silenzio elettorale, è stata quella sulle pensioni: "Alzeremo le minime", ha spiegato Silvio Berlusconi. L'idea è ritoccare la "minima", percepita da oltre 1.170.000 pensionati italiani. In caso di vittoria, il Pdl ritoccherà l'importo della pensione alzandolo a 800 euro mensili. Si tratta di una sorta di "aggiornamento" del "Contratto con gli italiani": nel 2001, la Casa delle Libertà, si impegnava dal primo gennaio 2012 a portare le minime da 392 a 516 euro (e lo fece).

Le spese - Quanto costa il nuovo ritocco delle pensioni lo spiega l'ex ministro Renato Brunetta: "Non un centesimo di più rispetto all'aumento del 2001", per inciso l'ultimo, quando furono spesi 2 miliardi di euro. Brunetta spiega che rispetto a dodici anni fa la platea dei soggetti interessati dal provvedimento si è assottigliata, e che la copertura verrà trovata all'interno del programma di riduzione della pressione fiscale con cui il Pdl vuole assegnare a famiglie e imprese 16 miliardi nell'arco di cinque anni.

"Atto di giustizia sociale" - Secondo gli azzurri il ritocco alle pensioni risponde all'esigenza di colmare un vuoto che è durato dieci anni, durante i quali gli importi degli assegni previdenziali non hanno seguito l'inflazione. Senza tenere conto delle difficoltà sul lungo periodo che ha comportato agli italiani il passaggio all'euro (all'epoca del primo ritocco, nel 2001, la moneta unica era appena arrivata). Brunetta spiega: "Noi vogliamo restituire ai pensionati quanto hanno perso nel decennio a causa dell'inflazione e dell'euro. Prevedre che nessun pensionato in Italia abbia un reddito inferiore a 800 euro al mese è un atto di giustizia sociale e di continuità rispetto al nostro impegno", ha concluso l'ex ministro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • flacka

    25 Febbraio 2013 - 16:04

    .... contributi che ricevete ogni anno, potreste investire una decina di € per pubblicare foto recenti e non quelle dove si vede Brunetta ancora piccolo. Scusate volevo dire giovane, altrimenti si potrebbe pensare che voglia fare battute di basso profilo. Niente, non ce la si fa a volare alto.

    Report

    Rispondi

  • spalella

    25 Febbraio 2013 - 14:02

    Non ci sono soldi in questo stato governato da ladri.... non ci sono perchè oltre 100 miliardi l'anno vengono buttati in Spreco Corrente, e perchè un esercito di Un Milione Trecentomila politicanti è infiltrato in tutte le istituzioni, e enti inutili, e nelle pieghe e piaghe di uno stato marcio da 30 anni. Questi sono Numeri, ma i ladri che questi numeri li hanno generati e costruiti e rubati ecc non possono restituire il malloppo, cioè ritornare indietro sulle truffe reali e coincettuali che per 30 anni hanno costruito. INFATTI SOLO GRILLO PARLA DI SPRECHI, DI PRIVILEGI E DI RISPARMI, e solo Grillo allora sarà in grado di recuperare soldi per mantenere le promesse, come è ovvio che tecnicamente accada secondo la LEGGE dei NUMERI.

    Report

    Rispondi

  • futuro libero

    25 Febbraio 2013 - 11:11

    Però quello che mi dispiace e mi rattrista davvero tanto sono le pensioni degli invalidi civili non al 100% e che quindi non hanno diritto ad avere un assegno oltre alla pensione di euro 250,00 euro al mese.Non credi che queste persone oltre che punite con la salute spesso impossibilitate a trovare lavoro debbano anche essere umiliate per non essere nemmeno calcolate?Capisco che ci siano molte invalidità false ma i controlli a cosa servono?Sarebbe bello che queste 800 euro andassero anche a queste persone.Poi egoisticamente dico:ma chi ha lavorato 35/40 anni pagando contributi al contrario di chi ha la pensione minima,persone che possono aver lavorato in nero e quindi a stipendio pieno o forse non hanno mai lavorato!!e quindi mai versato contributi fra poco abbiano una pensione quasi uguale.Mi chiedo a cosa sia servito essere onesti e aver versato contributi?Iocredo che anche costoro avrebbero diritto a una rivalutazione almeno fino a chi ha una pensione netta di 1500 euro,per giustizi

    Report

    Rispondi

  • frank-rm

    25 Febbraio 2013 - 10:10

    Ad alcuni esponenti PdL l'unica cosa che gli è rimasta di alzare sono i tacchi!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog