Cerca

Amici & complotti

Matteo Renzi, occhio alla soffiata: "Chi lo fregherà, nomi e cognomi"

Matteo Renzi, occhio alla soffiata: "Chi lo fregherà, nomi e cognomi"

A fregare Matteo Renzi saranno i suoi uomini. Più che un complotto, però, meglio parlare di inadeguatezza. Luigi Bisignani è uno che di trame politiche (e nomine) s'intende eccome e nel suo editoriale sul Tempo traccia il futuro prossimo del premier, tutt'altro che roseo. 

Innanzitutto, un consiglio agli altri renziani: "Più lo attaccano e più gode: è questa la ricetta di Renzi che troppi suoi avversari non hanno ancora capito. Per «demolirlo» devono smettere di considerarlo solo arrogante e cominciare a incalzarlo sulle promesse non mantenute, fisco, lavoro e scuola. O snidarlo su panzane come quella della Rai, di cui non voleva occuparsi ma alla quale si applica più di Amintore Fanfani".

E qui arriva la stoccata al premier: "Non si fida di nessuno, fatta eccezione dei due fuoriclasse Luca Lotti e Maria Elena Boschi". Per ora il suo "cinismo senza limiti" e la "grande capacità di lavoro e di movimento", spiega Bisignani, hanno permesso al "caterpillar Renzi" di abbattere qualunque oppositore e anche "quelle Istituzioni, dal Consiglio di Stato alla Banca d'Italia, che avevano provato a resistere".

Chi rischia di fermarlo, allora? Bisignani fa nomi e cognomi: "Rischia di venire travolto dai tentativi di emulazione dei tanti Campo Dall'Orto o Renato Mazzoncini, Rai e Ferrovie, Mauro Moretti o Francesco Starace, Finmeccanica e Enel, che si stanno dimostrando inadeguati". "Così come Berlusconi è stato il migliore dei berlusconiani - conclude con una punta d'ironia -, Renzi alla fine è il migliore di tutti i renziani. Ma deve fare attenzione alla «fantozzagine» dei mille renzini piazzati ormai un po' ovunque".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ammunition

    22 Maggio 2016 - 13:01

    certo questo giovane cattocomunista ha imparato tutte le lezioni dal cinismo di Togliatti ai forni a due di Martinazzoli, Dossetti e Demita, copia Berlusconi nellapproccio al popolo ma in realtà ha un pelo sullo stomaco lungo tre metri che l'aLTRO NON AVEVA

    Report

    Rispondi

  • aifide

    22 Maggio 2016 - 12:12

    Dead man walking........................

    Report

    Rispondi

blog