Cerca

Il verdetto elettorale

Elezioni, le urne sono chiuse ma sappiamo già chi ha vinto

Bersani, Berlusconi, Grillo, Monti: tutti sperano di spuntarla. Ma la verità è un'altra

Elezioni, le urne sono chiuse ma sappiamo già chi ha vinto

Le urne si sono chiuse alle 15, si parte con le operazioni di scrutinio che termineranno alle 14 di domani, martedì 26 febbraio. Tutta l'Italia con il fiato sospeso aspetta di sapere chi è il vincitore. Impazzano pronostici, ipotesi e scenari sulla composizione del Parlamento della XVII legislatura. A contendersi il titolo di primo ministro il leader del Pd Pier Luigi Bersani che, sin dall'inizio della campagna elettorale, i sondaggisti davano per vincente prima con un vantaggio di una decina di punti, vantaggio che è stato via via rosicato da Silvio Berlusconi, e dall'avanzata di Beppe Grillo. Mentre, quindi si aspetta, il nome del vincitore, dei vincitori ci sono già: gli astenuti (alle 22 di ieri sera, domenica 24 febbraio, gli elettori che erano andati alle urne erano in calo del 7,3% , più alta l'affluenza alle Regionali). Alle 22 affluenza al 55%, nel 2008 erano al 62,8. E l'ultimo dato, proveniente dall'Abruzzo e risalente alle 14.20, conferma la tendenza: -7 per cento.

Non solo il maltempo - Un esercito di persone che hanno disertato le urne. I sondaggisti e i sociologi si sono subito scatenati cercando di capire se a influire sul non voto sia stato più il maltempo che ha caratterizzato  la domenica elettorale. Per la prima volta nella storia della Repubblica si è votato in inverno, ma forse più che il generale inverno ad allontanare i cittadini dalle urne è stata la disaffezione verso la politica. Una misto di rassegnazione e disinteresse che, in alcuni sfocia (come evidenzia il sonsaggista Renato Mannheimer) in disprezzo assoluto. La politica vista come il regno dei privilegi, il Parlamento considerato la culla della Casta sono il primo indiscutibile dato che emerge da queste elezioni. Mentre questa disaffezione nei giovani è confluita nel Movimento 5 Stelle, nelle altre classi di età, soprattutto tra gli over 50, il disinteresse si è tradotto nel non voto. In attesa quindi che arrivano i primi instant poll, gli astenuti possono già esultare: la loro assenza si è fortemente notata. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • jack1

    25 Febbraio 2013 - 16:04

    intelligentone chi a votato in parlamento che Ruby è la nipote di Mubarak lo ha fatto semplicemente perchè un nugolo di mafiastrati ci ha sputtanato in tutto il mondo con dicerie telefoniche senza prove e tanto meno (e qui cadiamo nel ridicolo , grazie agli elementi come te) la vittima ....praticamente , caro bolscevico, processo senza vittima ....demente in quale altra parte del mondo hai mai visto un processo senza la vittima ?????? OOps scusa , dimenticavo , a te piace cosi come nei migliori paesi comunisti ....e adesso levati dalle palle che mi hai scocciato , sfigato. Per fare un favore all'umanità dovresti sterilizzarti...

    Report

    Rispondi

  • spalella

    25 Febbraio 2013 - 15:03

    perchè non sono andati a votare per il NUOVO, questi che disprezzano e basta ? pensano che disprezzare sia sufficente ? io ad es ho mandato migliaia di maledizioni 'particolareggiate' ai vecchi politici, ma non è servito a nulla perchè evidentemente e purtroppo NON porto Jella. Ed allora ho votato per il NUOVO, per il movimento 5 stelle, e mi sento più a posto con la mia coscenza perchè almeno ho provato, dopo le maledizioni, anche con un'altro modo e non mi fermerò finchè non troverò un Modo Valido e Risolutivo.

    Report

    Rispondi

  • traiano1958

    25 Febbraio 2013 - 15:03

    lasciate perdere i titoli a effetto che tanto, l'effetto lo possono avere unicamente sugli imbecilli!!!! dai ragas, siate seri!!!!

    Report

    Rispondi

  • feltroni ve le suona ancora

    25 Febbraio 2013 - 14:02

    "Ma ora, cosa faranno tutti quei miserabili che hanno votato in Parlamento che Ruby era la nipote di Mubarak?" La domanda non è tanto leggera. Costoro si porteranno quest'infamia per tutta la vita. Gli verrà sempre chiesto "Ma come ca..o hai potuto votare una cosa simile? E i tuoi parenti non ti hanno sputato in faccia?" La cosa che più mi fa incazzare è che molti di loro, ricandidati dallo statista perchè degni e fedeli servitori, andranno ancora in Parlamento a godersi stipendi e privilegi da nababbi (tutto gratis, viaggi, pranzi e alberghi) alla faccia degli italiani. Ma devono stare attenti a girare senza scorta...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog