Cerca

Tema pensioni

Renzi assicura: "Pensioni minime troppo basse, troveremo soluzioni"

Renzi assicura: "Pensioni minime troppo basse, troveremo soluzioni"

"Nessuno deve temere per le propria pensione, tranquillità per tutti»: questo il messaggio forte sul tema pensioni, lanciato dal presidente del Consiglio Matteo Renzi a margine del videoforum di oggi a Repubblica. «Le pensioni minime - prosegue Renzi- sono troppo basse e valutiamo interventi. In Italia si è concesso a troppe persone di andare in pensione troppo presto. Oggi l’età si allunga e la nuova legge prevede che tutti debbano andare col contributivo. Nel mezzo vanno trovate delle soluzioni che salvino i contributi ma diano la possibilità di dare, a chi vuole, la possibilità di andare in pensione prima. La vera scommessa è sapere se possiamo dare un anticipo pensionistico, l’Ape, a chi deve aspettare per la legge Fornero. Ne stiamo discutendo. Chi va in pensione prima deve rinunciare a qualcosa», chiarisce Renzi, anticipando che «i tempi sono quelli della legge di stabilità, cioè i prossimi 3-4 mesi». Renzi punta il dito sul ceto medio: «Sul tavolo ci sono necessità di intervenire per le pensioni, per gli autonomi, per il ceto medio e famiglie. Noi siamo molto contenti delle riforme fatte però il ceto medio ancora soffre ancora». 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • wall

    26 Maggio 2016 - 09:09

    Riformare lo statuto INPS anche per la " Pensione Sociale" che deve essere corrisposta alla sola cittadinanza e nazionalità italiana! Non come oggi, che arriva l'ultimo africano o cittadino comunitario,basta il "permesso di soggiorno" che gli viene data la pensione sociale.CONTROLLI e CONTROLLI e i cittadini comunitari e extracomunitari ,se la facessero dare dalla loro nazione la pensione sociale

    Report

    Rispondi

  • wall

    25 Maggio 2016 - 11:11

    Il trattamento minimo per l'anno 2016 è fissato in 501,89 euro. Per cui le prestazioni a carattere previdenziale al di sotto di tale soglia possono essere oggetto di una integrazione al minimo. Aiutare si, ma a chi ha veramente lavorato e versato contributi............................................Non possiamo dare la pensione a tutto il mondo!!!!

    Report

    Rispondi

  • wall

    25 Maggio 2016 - 11:11

    In altri termini il trattamento minimo è un’integrazione che lo Stato, tramite l’INPS, corrisponde al pensionato quando la pensione, derivante dal calcolo dei contributi versati, è di importo molto basso, al di sotto di quello che viene considerato il “minimo vitale”. In tal caso l’importo della pensione spettante viene aumentato (“integrato”) fino a raggiungere una cifra stabilita di anno in anno

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    25 Maggio 2016 - 10:10

    L'ennesima promessa di Pinocchio per poter avere voti a suo favore. Ma speriamo che gli Italiani si ricordino di quante ne ha dette e quante NON ne ha fatte. Quest'uomo, nella sua fandonia, è pericoloso, molto pericoloso per questo Paese- Basta che si avvicini qualche scadenza, eccolo pronto ad attrarre l'attenzione in suo favore.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog