Cerca

Massimo Cacciari, piroetta su Renzi: così umilia D'Alema e compagni

Massimo Cacciari, piroetta su Renzi: così umilia D'Alema e compagni

"Abbiamo provato a riformare le istituzioni per quarant'anni, e non ci siamo riusciti. La strada della grande riforma sembra un cimitero pieno di croci, i nostri fallimenti. Adesso Renzi forza, e vuole passare. Chi ha fallito si ribella". Massimo Cacciari in una intervista a Repubblica dice che voterà Sì al referendum costituzionale, anche se la riforma è "maldestra". Spiega il filosofo: "Non abbiamo la faccia per dire no a una riforma dopo aver buttato via tutte le occasioni di questi quattro decenni. Non siamo riusciti a costruire nulla di positivo dal punto di vista della modernizzazione del sistema: niente di niente".

La riforma del governo Renzi "è vero che punta sulla concentrazione del potere, ma la realtà è che si tratta di una riforma modesta e maldestra. La montagna ha partorito un brutto topolino". Ma non ci sono alternative: "Voterò sì, per uno spirito di responsabilità nei confronti del sistema. Penso che si possa essere apertamente critici e sentire questa responsabilità repubblicana".

E se c'è una cosa che ha sbagliato Renzi, continua Cacciari è di aver personalizzato il referendum, "legandolo alla sua sorte. Un errore capitale. Penso che lo abbia capito ma ormai non possiamo far finta di non vedere che la partita si è spostata, e si gioca tutta su di lui, da una parte e dall'altra: se mandarlo a casa oppure no. Ci siamo chiesti cosa succede dopo?". Ecco cosa succede: "Renzi va da Mattarella, chiede le elezioni anticipate e le ottiene. Poi resetta il partito purgandolo e lancia una campagna all'insegna del sì o no al cambiamento, con quello che potremmo chiamare un populismo di governo. Votiamo col proporzionale, con questo Senato, e non otteniamo nulla, se non una lacerazione ancora più forte del campo: è davvero quello che vogliamo?".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • MOVACAGHER

    07 Giugno 2016 - 23:11

    Era meglio il pensiero debole di Vattimo.Poi è uscito l'album di Gaber" E PENSARE CHE C'ERA IL PENSIERO".Cacciari conferma

    Report

    Rispondi

  • Kallianos

    29 Maggio 2016 - 13:01

    Professor Cacciari, si faccia curare. Lai ha perso il senno.

    Report

    Rispondi

  • jackmarmitta

    28 Maggio 2016 - 19:07

    EGREGIO FILOSOFO HAI FATTO IL SALTO DELL'ALLODOLA E SEI SALITO SUL CARRO DEI VINCITORI. SERVO DEL PADRONE FAI SCHIFO

    Report

    Rispondi

  • RatioSemper

    28 Maggio 2016 - 09:09

    Ecco un nuovo adepto della supremazia e delle schiforme di Renzi che vuol farsi passare da libero spirito critico mortificato dal solito "sacrificio" per la patria.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog