Cerca

Il brindisi a sorpresa

La svolta del Cav: "È lei il leader". Chi è la donna a capo del centrodestra

La svolta del Cav: "È lei il leader". Chi è la donna a capo del centrodestra

È in Campania che Silvio Berlusconi sembra dare il meglio di sé. O almeno appare più carico, con l'entusiasmo degli anni che furono a battagliare come se le 80 candeline, da spegnere il prossimo settembre, fossero lontane ancora anni. È in quella regione che Forza Italia si gioca tanto, tantissimo in chiave futura e da quella regione è lo stesso Cav a tracciare la strategia da mettere in campo a medio termine. Non semplici tappe obbligate, stavolta è una vera e propria indicazione su quel che sarà il partito azzurro dopo di lui, un inedito per gli ultimi tempi, quando sembrava che oltre Berlusconi non potesse esserci altro che Berlusconi.

Sulle amministrative, l'ex premier ha alte aspettative, o almeno cerca di infondere speranza ai suoi e insiste che vincere a Napoli, Roma e Milano non sarà impresa impossibile. E finita la campagna per le comunali, ci sarà da aprire i comitati per il "No" al referendum costituzionale di ottobre. E sarà in quella fase che Berlusconi conta di rimettere insieme i cocci sparsi dopo le rotture a Roma e in altri comuni con Lega nord e Fratelli d'Italia.

Se un tempo il nome Berlusconi univa, però, oggi nel centrodestra crea un effetto quasi opposto. È lui stesso a farsi da parte praticamente a sorpresa, riporta il Giornale, con un brindisi: "per Mara Carfagna futuro leader del centrodestra". Dal bredellino al calice di vino, potrebbe essere un'evoluzione, di certo non appare un'improvvisata: "Siamo già d'accordo sul futuro governo - ha aggiunto Berlusconi - 20 ministri divisi in tre per Forza Italia, tre alla Lega e due a Fratelli d'Italia. Mentre 12 ministri saranno scelti tra le persone del fare, persone di successo che vengono dal lavoro e dalle professioni. Per vincere - ha provato una stima - ci basta recuperare 5 milioni di voti da quei 26 milioni di astensionisti che costituiscono il 55% dell'elettorato".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • iltrota

    30 Maggio 2016 - 11:11

    Povero Citrullo di Arcore!!!! Ma cosa pensa, di vincere e tornare a far danni nel Paese!!!???? Ritirati a Cesano Boscone, che intanto non andresti oltre un misero 5% di voti...altro che dettare l' agenda a Salvinazzo e alla Melloni !!!

    Report

    Rispondi

  • ninosiciliano13

    30 Maggio 2016 - 07:07

    Altro che cocaina; basta un calice di vino !

    Report

    Rispondi

  • ernesto1943

    29 Maggio 2016 - 21:09

    ancora una volta ribadisco chi comanda in forza Italia non è Silvio ma la Pascale.è talmente fatto che non si rende conto di quanta credibilità ha perso.

    Report

    Rispondi

  • antonya

    29 Maggio 2016 - 13:01

    Il 4% di voti sarà pure troppo. Addio

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog