Cerca

Ballottaggio in vista

Stefano Parisi, appello ai grillini: "Se volete il cambiamento, votate per me"

Stefano Parisi, appello ai grillini: "Se volete il cambiamento, votate per me"

Si parte praticamente da zero a zero. Perchè il distacco tra Beppe Sala (41,7%) e Stefano Parisi (40,8%) a Milano è di poco più di un punto. E al candidato del Pd servono più di otto punti per vincere il ballottaggio. Tra l'altro, l'affluenza a Milano è stata bassissima: 54,4% (contro il 67,56% di cinque anni fa). Per cui il bacino di voti a disposizione di entrambi i candidati che andranno al ballottaggio tra due settimane è enorme. Insomma, tutto, ma proprio tutto può accadere.

Tra i due contendenti, il primo che si è messo in moto già nella tardissima serata di ieri, è stato Parisi, che ha strizzato l'occhio ai 5 Stelle, sicuramente delusi dal 10,1% raggranellato dal loro candidato Gianluca Corrado: un risultato, il suo, migliore solo di quello del collega grillino candidato a Napoli, Brambilla, che s'è fermato al 9,8%. "Se davvero vogliono il cambiamento, i grillini vadano a votare per me" ha detto Parisi, alludendo alla sponsorship renziana ricevuta da Beppe Sala, uomo oltretutto assai discusso per il ruolo ricoperto in Expo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rossini1904

    06 Giugno 2016 - 20:08

    A Salvini e a Berlusconi dico scambiate l'appoggio dei cinque stelle a Milano in cambio dell'appoggio del centrodestra al loro candidato su Torino contro Fassino. Prenderemmo Milano e sottrarremmo Torino al PD e a Renzi. Quando si dice prendere due piccioni con una fava!

    Report

    Rispondi

  • fofetto

    06 Giugno 2016 - 13:01

    Meno di un punto, cervellone!

    Report

    Rispondi

  • boss1

    boss1

    06 Giugno 2016 - 12:12

    il nemico del mio nemico è mio amico. questa volta si può fare.

    Report

    Rispondi

blog