Cerca

Il giorno dopo

Meloni l'accusa devastante: "io fregata da un grande inciucio"

Meloni l'accusa devastante: "io fregata da un grande inciucio"

 Il sindaco di Roma scaturirà dal ballottaggio tra Virginia Raggi e Roberto Giachetti. Giorgia Meloni, durante la sua conferenza stampa, si dice contenta del risultato per "aver lisciato il miracolo". "Abbiamo combattuto fino all’ultimo voto in una campagna elettorale entusiasmante. Arrivare così vicini al ballottaggio e a una possibile vittoria, perché se fossimo arrivati al secondo turno le possibilità erano molto alte, è un pò come perdere ai rigori la finale della coppa del mondo" Giorgia Meloni, candidata a sindaco di Roma per Fratelli d’Italia, commenta così i risultati delle amministrative nel corso di un incontro con la stampa al suo comitato elettorale. Quando Meloni è entrata nella sala della conferenza è stata accolta da un lungo applauso dei suo sostenitori che ieri sera, fin quasi alle 3, hanno seguito al comitato i primi risultati dello spoglio. 

Attacco a Berlusconi - Ci ha sperato fino all'alba, con il fiato sospeso,  ha pensato di potercela fare contro Giachetti ma alla fine sarà il Pd a sfidare la Raggi. Giorgia Meloni, però, nonostante la sconfitta si dichiara comunque soddisfatta: "Abbiamo sfiorato il miracolo", dice.  Attacca Forza Italia per una scelta "incomprensibile", che ha avuto come effetto boomerang quello di "aiutare il candidato di Renzi per andare al ballottaggio". "Il centrodestra è in partita solo quando è alternativo alla sinistra". 

Attacco alla Rai - La Meloni, poi mostra i sondaggi mostrati nei giorni che hanno preceduto il silenzio elettorale e dimostra come fossero "dolosamente" sbagliati. Meloni sottolinea come Alfio Marchini venisse dato "intenzionalmente" sopra. "Renzi e il Pd se non avessero avuto l'aiutino di Berlusconi e Forza Italia non sarebbero arrivati al ballottaggio a Roma. Il Partito democratico è arrivato al 17 % - prosegue - se lui lo saluto con grande risultato non si rende conto dei risultati disastrosi del suo governo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • capitanuncino

    07 Giugno 2016 - 05:05

    E' stato un bene che non abbia vinto le amministrative a roma,Una città con 17 miliardi di debito,zozza,abbandonata a se stessa ed in ginocchio per la politica merdosa che ha dominato per decenni mettendola in ginocchio.Lasciate che vada la Raggi...poi vedrete come cambia il vento anche per loro...L'inciucio?E' stato quello di fare vincere il movimento 5 stalle.Cavoli loro.

    Report

    Rispondi

  • miraldo

    06 Giugno 2016 - 18:06

    Berlusconi politicamente è morto, spazio alla Lega e Salvini.......................

    Report

    Rispondi

    • RatioSemper

      06 Giugno 2016 - 22:10

      Perfetto commento e aggiungo: con Berlusconi sono finiti in gangrena mentale tutti i fissati "moderati" che sopravvivono, dal 1994, in un sogno finito nel momento in cui il Berlusconi ha tradito la sua stessa area politica per dare una mano a Napolitano e Monti. Lo ha fatto ancora, ora, nel 2016 con quelli che implora un giorno sì e uno no come alleati!

      Report

      Rispondi

  • Garrotato

    06 Giugno 2016 - 18:06

    Sic transit gloria mundi, Giorgia. Game over. Non ti si filerà più nessuno, adesso, proprio come chi non rispetta i patti. Io ti avevo avvertita. Ahahah. Auguri per la tua maternità.

    Report

    Rispondi

  • francocorica

    06 Giugno 2016 - 17:05

    La prova provata che il Berlusca è nelle mani di Renzi l'ha data dichiarando che al ballottaggio a Roma è per l'astensione. A parte il fatto che tutti hanno capito che voterà (e farà votare) Giachetti, come candidamente ha dichiarato Bertolaso, chi continua a parlare di centro-destra non ha capito nulla. Quel centro-destra in Italia non esiste più. L'ha distrutto Berlusconi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog