Cerca

La previsione

La profezia di Sgarbi sui ballottaggi. Chi vince, chi perde e chi svanisce

La profezia di Sgarbi sui ballottaggi. Chi vince, chi perde e chi svanisce

Vista con la freddezza dei numeri, la prima esperienza elettorale del Partito della Rivoluzione di Vittorio Sgarbi con il nuovo simbolo della capra potrà sembrare marginale. A Cosenza la lista sgarbiana ha raccolto appena 238 voti, ma ha comunque raggiunto l'obiettivo di vedere eletto il sindaco uscente e soprattutto dare un messaggio chiaro a Matteo Renzi: "Da Cosenza è iniziata la disfatta per Renzi che sta arrivando in tutta Italia" ha detto Sgarbi al Tempo, spiegando che il risultato numerico conta poco: "Era più che altro un segnale di presenza". Adesso farà l'assessore anche nella città calabrese, oltre che ad Amelia e Urbino, visto che la legge Bassasini glielo consente.

E con il suo girovagare l'Italia in lungo e in largo, Sgarbi ha bene in mente cosa potrà succedere ora in tutte le città chiamate al ballottaggio: "La mia schedina è questa: Roma e Torino ai Cinque stelle. Il centrodestra vince a Milano con Parisi e a Trieste con Dipiazza. A Napoli De Magistris e a Bologna vince il Pd con Merola".

Sulla capitale, Sgarbi non concede speranze alle velleità del Pd: "è inevitabile: centrodestra e centrosinistra hanno fatto male, ora tocca a un terzo". E se il centrosinistra sembra destinato alla disfatta, secondo Sgarbi il futuro per il centrodestra non altrettanto cupo, finché rimane unito. Certo c'è da risolvere la questione della leadership: "È una cosa complicata. Quando la coalizione è unita potrebbe essere eletto chiunque. Salvini ha le maggiori carte, ma potrebbe sembrare un po' marginale rispetto alla complessità della coalizione. Se guardiamo a Milano - ha aggiunto - una figura come Parisi potrebbe costituire un punto di maggior equilibrio".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ariete84

    10 Giugno 2016 - 19:07

    Sgarbi il piu' grande critico d'arte e professore nella sua materia. Lo sentirei parlare per ore. Quando non s' inc.....avola ovviamente.

    Report

    Rispondi

  • cicalino

    09 Giugno 2016 - 21:09

    Vorrei davvero sapere cos'ha mai prodotto per la comunità nazionale questo antipaticissimo narciso, che non siano sceneggiate cafone, egocentrismo erotico/senile, insulti e turpiloquio... Ma chi lo paga è scemo?

    Report

    Rispondi

    • Happy1937

      10 Giugno 2016 - 17:05

      Con tutti i suoi difetti Sgarbi è infinitamente più intelligente di te, povero tapino.

      Report

      Rispondi

blog