Cerca

L'indagine

Elezioni amministrative2016, sai chi voti? I dati sui candidati sindaco

Elezioni comunali 2016, i candidati sindaco che hanno aderito alla campagna anti-corruzione

Trasparenza. Questo l’obiettivo della campagna “Sai chi voti”, che chiedeva ai candidati di rispettare quattro fondamentali indici di trasparenza: pubblicare sul sito il proprio cv, rendere nota la propria situazione giudiziaria,dichiarare gli eventuali conflitti di interesse e impegnarsi a introdurre, qualora eletto, il meccanismo delle audizioni pubbliche per tutte le nomine apicali in enti, consorzi o società che spettano al comune, entro i primi 100 giorni di amministrazione mediante una modifica del Regolamento comunale. Entro il 5 giugno, la campagna che chiedeva maggiore trasparenza alle elezioni ha raccolto 24 mila firme.

“Sai chi voti” si era prefissa l’obiettivo di osservare i 30 maggiori comuni interessati alle elezioni comunali del 5 giugno, per un totale di 236 candidati sindaco. Di questi, 106 hanno aderito alla campagna, che era a base volontaria, per un’adesione complessiva del 45 per cento. In percentuale, i candidati donna che hanno sottoscritto le richieste di trasparenza, rispetto al totale di donne candidate sindaco, sono state il doppio degli uomini. Le 32 candidate sindaco donna alle comunali, infatti, componevano il 13,5 per cento del totale e il 21 per cento degli aderenti alla campagna “Sai chi voti”.

77 candidati sindaco su 106 hanno dichiarato di essere in possesso di un titolo di laurea (il 73 per cento del totale). Cinque hanno dichiarato di avere in corso o di avere avuto in passato procedimenti penali o amministrativi; in alcuni casi questi si sono conclusi anche con sentenze di condanna. Uno su quattro, ovvero il 25 per cento, ha dichiarato di essere portatore di potenziali conflitti di interesse: in 26 detenevano semplici pacchetti azionari, in 16 possedevano quote societarie di maggioranza, in 6 quote societarie di maggioranza. 26 candidati ricoprivano o avevano ricoperto ruoli in organizzazioni no-profit.

L’età media dei candidati sindaco era di 50 anni. Il 39 per cento di loro era alla prima esperienza amministrativa, il 18 è stato consigliere comunale, mentre quasi la metà, il 49 per cento, è un dinosauro della politica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog