Cerca

Campidoglio tarocco?

"Elezioni truccate": il caos e le prove. Paura a Roma, chi rischia di saltare

"Elezioni truccate": il caos e le provePaura a Roma, chi rischia di saltare

Elezioni truccate? Forse. Per certo c'è chi come AssoTutela, dopo la denuncia in procura, chiede a Sergio Mattarella di annullare le elezioni romane. Ma non è tutto. Sul piede di guerra anche il coordinamento i Fratelli d'Italia per il Municipio VII, che annuncia un esposto al prefetto di Roma. E ancora, venerdì è partita la nota alle autorità competenti degli avvocati Postrivo e Venturini, candidati nella lista Forza Italia a Roma Capitale.

Insomma, sulla corsa al Campidoglio piovono ricorsi. Nel mirino, in primis, le anomalie denunciate da alcuni testimoni relative alle estenuanti operazioni di spoglio. La trasparenza dello spoglio sarebbe stata compromessa anche per la decisione di far votare solo la domenica, e non il lunedì mattina. Michel Emi Maritato, presidente di AssoTutela e candidato alle comunali, nella denuncia ai magistrati chiede di procedere per omissioni di atti d'ufficio e abuso d'ufficio: ha segnalato le migliaia di schede che lunedì mattina alle 11, al termine delle operazioni di spoglio, ancora non erano state scrutinate, tanto che sul sito del comune di Roma sarebbero state evidenti alcune incongruenze tra voti, elettori e schede.

Maritato spiega: "Sembrerebbe che nelle ultime ore la stessa magistratura abbia riscontrato anomalie almeno in trenta sezioni, anche se potrebbero essere molte di più. Una differenza di conteggio dei voti che significa per i singoli candidati essere dentro o fuori il Consiglio comunale o municipale".

Dunque le proteste dei candidati di Forza Italia, che attaccano la decisione di circoscrivere le operazioni di voto alla sola domenica. "Renzi e Alfano hanno deciso di far votare solo la domenica e non anche il lunedì mattina, il che avrebbe evitato ai presidenti ed agli scrutatori il tour de force che è stato una delle principali cause del disastro. Dovrebbero essere i primi ad ordinare il riconteggio". Infine, rivela Il Tempo, anche Fratelli d'Italia starebbe per rivolgersi al prefetto di Roma. Nel Settimo Municipio, infatti, i rappresentati di lista di FdI, insieme a quelli del Pd, di Forza Italia e di altre due liste, hanno contestato 89 verbali provenienti dalle diverse sezioni scrutiante tra domenica notte e lunedì mattina.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog