Cerca

La corte della presidenta

Boldrini, vergogna in Marocco: a spese nostre con 33 persone

Laura Boldrini

Italia batte Germania 33 a 9. Purtroppo non si tratta del risultato, ancorché inverosimile, di una partita di calcio ma del confronto fra i delegati che hanno partecipato alla dodicesima sessione dell’assemblea parlamentare che l’Unione per il Mediterraneo ha tenuto a Tangeri, in Marocco. Le delegazioni dei ventotto Paesi della Ue, assieme a quelle dei Paesi del nord Africa e del Medioriente che si affacciano sul Mediterraneo si sono incontrati per un vertice dal tema quanto mai sbiadito: «Insieme per un furturo comune nello spazio Euromediterraneo», con «l’ambizione di costruire un migliore ancoraggio di sviluppo interculturale in materia di pace e sicurezza». Tutto e niente. D’altronde sperare che da questi consessi esca qualcosa di interessante è una pia illusione.

L’Unione per il Mediterraneo è un lascito dell’ex presidente francese Nicolas Sarkozy, che lo tenne a battesimo nel 2008 a Parigi. Da allora si danno appuntamento un paio di volte all’anno le delegazioni dei Ventotto, assieme a quelle di Algeria, Egitto, Giordania, Palestina, Israele, Libano, Libia, Marocco, Mauritania, Tunisia, Turchia, Montenegro e perfino Monaco. Lo scorso mese di maggio, per la precisione da giovedì 26 a domenica 29, è stata la volta dell’assemblea plenaria, composta dai parlamentari e dal seguito di interpreti e funzionari che li accompagnano. Ed è proprio qui che la nostra delegazione si è distinta da tutte le altre, per la numerosità dei componenti. Oltre ai due capi delegazione, la presidente della Camera Laura Boldrini e quello del Senato, Pietro Grasso, figurano sei interpreti, due senatori, la ex grillina Maria Mussini (ora gruppo misto) e il forzista Antonio D’Alì. Il resto della delegazione è formato da componenti qualificati dall’organizzazione marocchina come «staff». Si segnalano, fra gli altri, Roberto Natale, portavoce della Boldrini, Giovanni Rizzoni capo del dipartimento relazioni intenazionali di Montecitorio e due esperte di comunicazione, sempre in quota Boldrini: Valentina Loiero e Giovanna Pirrotta. Quasi speculare la composizione dei funzionari di Palazzo Madama, con Alessandra Lai, capo affari internazionali e Roberta D’Addio, capo organizzzazione relazioni internazionali.
Letteralmente surclassate le altre delegazioni. Mentre i tedeschi si sono presentati in nove, i francesi sono arrivati addirittura in due, i belgi in tre, gli spagnoli in otto, i croati in quattro. Fra le delegazioni più numerose l’Algeria si è fermata a quindici, l’Austria a undici, l’Egitto a diciassette, la Giordania a tredici come il Marocco. Fuori quota la delegazione del Parlamento europeo, forte di 35 membri.

Ad alzare il velo sulla spedizione marocchina sono stati due parlamentari di Forza Italia, uno di Montecitorio, Basilio Catanoso, l’altro di Strasburgo, Salvo Pogliese che hanno indirizzato alla presidenza della Camera e al Collegio dei questori una nota in cui esprimono «stupore e rammarico». Segnalando, fra l’altro, «una sensazione da clima vacanziero nel gruppo italiano, che sarebbe stata notata perfino dalle altre delegazioni». Unica nota positiva: questa volta al viaggio di Stato non s’è aggregato il fidanzato della Boldrini, come accadde nel 2013, alla cerimonia per la morte di Nelson Mandela. Forse perché nel frattempo i due hanno rotto.

di Attilio Barbieri

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giacomolovecch1

    13 Giugno 2016 - 13:01

    .... mi dispiace che sono tornati ...senza concludere una mazza .

    Report

    Rispondi

  • Kerenkeren

    13 Giugno 2016 - 10:10

    La BOLDRINI "la politica" più odiata, ogni sua iniziativa non fa altro che incrementare la repulsione verso "questa" parassita e ciò e' dimostrato dalle numerose (10/12) guardie del corpo assegnatele per la sua incolumità ALTRIMENTI!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • mauriziobenito

    13 Giugno 2016 - 10:10

    COMUNISTA SCHIFOSA

    Report

    Rispondi

  • Happy1937

    13 Giugno 2016 - 09:09

    La Boldrini & Co. hanno l'abitudine a fare inutili zingarate a nostre spese in compagnia dei loro cari.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog