Cerca

Presidenta

Il gran rifiuto di Laura Boldrini: "vietato" salvare il cuore alla Camera

Laura Boldrini

Fino al 1999 la Camera dei deputati non aveva nemmeno un defibrillatore nella infermeria dietro l’aula che presta il primo soccorso a chiunque si senta male. Ne fece le spese il povero e compianto Beniamino Andreatta, che durante le votazioni sulla legge finanziaria fu colpito da ictus e soccorso non in modo adeguato. Dopo essersi accorti dell’incredibile mancanza, i membri dell’ufficio di presidenza di Montecitorio fecero di gran corsa acquistare quelle apparecchiature. Oggi la Camera è dotata di 5 defibrillatori nel palazzo centrale dove c’è l’aula e di un identico apparecchio situato in ogni palazzo connesso. Secondo la Boldrini le apparecchiature sarebbero più che adeguate alle emergenze che possano verificarsi e che fin qui sono raramente occorse. Sarà stato lo choc per i problemi di cuore di Silvio Berlusconi, sarà stata la salute incerta di alcuni eletti, ma per i deputati quei defibrillatori sembrano non bastare. Così i gruppi hanno richiesto al collegio dei questori di rivedere la dotazione esistente. Già nell’aprile scorso in una riunione avevano esaminato il relativo dossier, accantonandolo. E per le vie brevi hanno fatto sapere ai gruppi che i medici in servizio ritengono non ci sia bisogno di altri apparecchi e che comunque in questo momento sarebbe difficile trovare la compatibilità economica per un nuovo investimento. Un defibrillatore viene a costare poco più di 1.500 euro a cui si aggiungono i ricambi e la manutenzione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Garrotato

    15 Giugno 2016 - 17:05

    aifide: sperare si può sempre, spes ultima dea. Ma sa bene che "l'erba cattiva non muore mai"... Ahahah. Siamo almeno in due, comunque.

    Report

    Rispondi

  • krgferr

    15 Giugno 2016 - 14:02

    Beh: non ho idea quanto in realtà sia utile, nel caso, un defibrillatore in più in parlamento ma, adeguandomi a quello che credo il punto di vista della Nostra (anche se non mia), fra un tale marchingegno ed un nuovo ambulatorio di "coiffeur" non c'è partita. Saluti. Piero

    Report

    Rispondi

  • aifide

    15 Giugno 2016 - 12:12

    Posso sperare che serva a lei e non ci sia?

    Report

    Rispondi

blog