Cerca

Brexit

Un Prodi da primato: cosa è riuscito a dire sui tedeschi (proprio lui...)

Romano Prodi

«La presenza britannica è come un bilanciamento. Una sua uscita dall’Unione indebolirebbe una posizione di messaggio universale dell’Europa». Lo ha detto Romano Prodi a margine di un incontro. L’uscita della Gran Bretagna dall’Europa, ha continuato l’ex premier «renderebbe ancora più forte il primato tedesco» in Europa. Questo però non dovrebbe infastidirlo visto che è stato lui a consegnare questo primato in mano tedesca accettando un tasso di cambio lira/euro stracciato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Happy1937

    16 Giugno 2016 - 08:08

    Lui e Ciampi furono i disgraziati del cambio a 1936,27, che ha fatto pagare a noi i costi della riunificazione tedesca.

    Report

    Rispondi

  • roberto19

    roberto19

    15 Giugno 2016 - 20:08

    ... almeno togliete la foto per non rattristare la serata.

    Report

    Rispondi

  • diwa130

    15 Giugno 2016 - 18:06

    Ma che diavolo dice. Il tasso di cambio proposto da cui sono partite le trattative era molto piu alto e Prodi e' riuscito in un miracolo, altrimenti non solo non avremmo avuto quel tasso di cambio, ma addirittura la non adesione all'euro che avrebbe comportato la insostenibilita' del debito con gli interessi dell'epoca. Saremmo andati in default come l'Argentina, con i conti correnti bloccati.

    Report

    Rispondi

  • luciano25748

    15 Giugno 2016 - 18:06

    uomo Squallido , ha svenduto mezza ITALIA , ed ha ancora il coraggio di dire CAZZATE , se qulcuno lo incontra gli sputi in faccia , Faccia da CULO

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog