Cerca

Tutta la verità

Il pupillo (e la bionda) confessano: "Che facevamo a letto con Pannella"

Marco Pannella, il pupillo e la bionda: noi a letto con lui, tutta la verità

"Noi eravamo un trio, punto", "abbiamo dormito nel suo letto per fargli compagnia. Spesso è successo che ci chiedesse di stare tutti e tre nel lettone perché non gli piaceva stare da solo. Passavamo serate bellissime a parlare di tutto". Laura Harth, 30 anni, e Matteo Angioli, 36, la coppia che ha vissuto con Marco Pannella fino alla fine dei suoi giorni, e su cui si è molto detto e insinuato, parlano a Vanity Fair del tipo di rapporto che avevano con il leader dei Radicali, morto il 19 maggio scorso. 

"Ribadisco, non ho mai fatto sesso con Marco", sottolinea Matteo. Che racconta che Pannella girava per casa in mutandoni, chiedeva consigli su come avere un codino più voluminoso e scriveva messaggi da adolescente innamorato usando la "k" al posto della "c": "Ke palle!", "Noi, insieme forever", "Baci dal mio lettino". Nella mansarda di via della Panetteria dove vivano tutti e tre non esisteva privacy: "Una mattina, ero seduta sul water", spiega Laura, "quando ho sentito qualcuno aprire quella del bagno". "Bonjooooour", le ha detto Pannella, dandole un bacio sulla fronte. "Era difficile trovare un momento solo per me e Matteo. Eravamo sempre insieme tra casa e partito. Marco dormiva poco. La sera ascoltava senza sosta Radio Radicale e fumava i suoi Toscanelli. Alcune volte, dopo cena, andavamo in camera nostra a guardare un film e lui impazziva. Così si metteva a camminare avanti e indietro nel corridoio per farci uscire". 

Laura parla poi delle ultime ore: "L'ultimo giorno, prima che arrivasse l'anestesista che lo doveva sedare, mi ha lasciato il suo testamento morale". "Le sue ultime parole sono state: Grazie, grazie, grazie. Amore, amore, amore". "Mi manca molto, era il più buono dei rompicoglioni", conclude Matteo: "Un sacco di volte lo abbiamo mandato a quel paese, e lui a noi. È stata questa la chiave del nostro rapporto. Quando gli dicevamo Marco, stai esagerando, alzava le mani in segno di resa. Era formidabile".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • wilegio

    wilegio

    15 Giugno 2016 - 17:05

    Insomma, un menage del tutto normale!

    Report

    Rispondi

  • rintintin

    15 Giugno 2016 - 17:05

    bel trio di debosciati

    Report

    Rispondi

blog