Cerca

Terremoto a Roma

Disastro prima del voto. Raggi rompe il silenzio. E intanto la Procura...

Disastro prima del voto. Raggi rompe il silenzio. E intanto la Procura...

La polemica sulle consulenze non dichiarate di Virginia Raggi non si è fatta fermare neanche dal giorno di silenzio elettorale, alla vigilia del voto per il ballottaggio al comune di Roma. Dalle pagine del Fatto quotidiano era partita l'accusa contro la grillina di non aver dichiarato gli incarichi ricevuti dall'Asl di Civitavecchia nel 2012 e nel 2014 nel documento di autocertificazione che ogni consigliere comunale deve compilare. In quel modulo, ogni politico deve dichiarare sia gli importi percepiti nell'anno precedente che gli incarichi ricevuti, ma la grillina ha inserito quei lavori solo nelle carte del 2015: "Perché è in quell'anno che percepisco, come recita l'allegato, il relativo compenso. Per quanto riguarda invece l'incarico del 2012 - ha aggiunto - non ero ancora consigliere e non era previsto alcun albo speciale".

La difesa della Raggi però è diventata a sua volta un caso politico, con tutto il Pd lanciato all'attacco per aver "violato il silenzio elettorale per dire bugie" come ha scritto il presidente Dem Matteo Orfini. E le bordate arrivano anche da Lorenza Bonaccorsi, della segreteria Pd: "Che faranno se sarà indagata? Perché non rispondono neanche alle domande del Fatto, giornale non vicino alle posizioni del Pd?".

La questione ormai non è più solo politica, visto che la Procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine dopo l'esposto dell'Associazione nazionale libertà e progresso, che ha ipotizzato il reato di falso ideologico in atto pubblico e altra violazione alla normativa sulla trasparenza per coloro che ricoprono incarichi politici. Un passo inevitabile anticipato anche dall'ex assessore alla legalità di Roma, il magistrato Alfonso Sabella, che ieri aveva ipotizzato l'arrivo di un avviso di garanzia nei confronti della Raggi come "atto dovuto".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • accanove

    20 Giugno 2016 - 12:12

    premesso che i sinistrati non sanno perdere, voglio vedere come questa "ragazzina" affronterà i problemi di Roma, le faccio tanti auguri che sotto alle gonne abbia "quegli attributi" indispensabili, l'avviso di garanzia probabile è solo l'inizio.

    Report

    Rispondi

  • ernesto1943

    19 Giugno 2016 - 11:11

    questi del p.d. sono talmente arroganti e spocchiosi da non capire che sono i Romani a non volerli.l'aiuto dei magistrati non vi porterà la vittoria.

    Report

    Rispondi

  • gianni modena

    19 Giugno 2016 - 09:09

    sempre il solito PD che corre dalla magistratura amica per vincere , ma ha taciuto e difeso sala che e' incappato negli stessi errori . allora sala e' stato difeso dal PD e adesso vogliono processare la grillina , sempre 3 pesi e due misure . e perche' la magistratura non apre un unchiesta contro renzi per acquisto di voti ?? cosa vietata dalla legge ...

    Report

    Rispondi

  • Gioet

    19 Giugno 2016 - 09:09

    la raggi sindaco? Mo si che a Roma risolviamo tutti i problemi . Scometto che se eletta max due anni e torniamo al voto per manifesta ed isterica incapacita'

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog