Cerca

I primi exit poll

La Raggi disintegra Giachetti e il Pd. L'umiliazione: la "resa" alle 23.44

La Raggi disintegra Giachetti e il Pd. L'umiliazione: la "resa" alle 23.44

Urne chiuse. Per Virginia Raggi è un trionfo a Roma. Virginia Raggi demolisce Roberto Giachetti con il 67,54% delle preferenze, contro il 32,46 del candidato del centrosinistra. Al quartier generale grillino la festa era già iniziata agli exit-poll. La festa per una vittoria che in molti davano per certa ma che pochi si aspettavano potesse arrivare con simili proporzioni. La Raggi sarà la seconda sindaco donna nella storia della Capitale.

"Facciamo gli auguri a Raggi, che faccia  bene il sindaco". Così Ettore Rosato del Pd a Porta a Porta, il primo ad ammettere la sconfitta già pochi minuti dopo la chiusura delle urne. "Qualsiasi sia il colore del sindaco che vince le elezioni, il governo
sarà vicino a chiunque sarà sindaco", ha aggiunto.

Clamoroso il fatto che già alle 23.44 Roberto Giachetti abbia riconosciuto la sconfitta: "Era una sfida difficile, lo sapevamo fin dall'inizio. Abbiamo comunque fatto qualcosa di importante superando il primo turno. Vorrei che fosse chiaro che questa è una sconfitta che mi appartiene - ha aggiunto -. Ringrazio tutte le liste che mi hanno appoggiato e tutti i cittadini che mi hanno dato fiducia".

"È un momento storico fondamentale che segna una svolta: per la prima volta Roma ha un sindaco donna" in un periodo in cui "le pari opportunità sono ancora una chimera". Così la Raggi in una dichiarazione nel corso della conferenza stampa dopo la sua elezione a sindaco. La grillina ha ringraziato la "lungimiranza" di Beppe Grillo e Casaleggio e del Movimento 5 Stelle. "Oggi hanno vinto i cittadini di Roma", ha aggiunto il sindaco eletto, "voglio ringraziare tutti i romani che mi hanno affidato questo compito importante che porterò avanti per 5 anni". Dunque la Raggi promette che  riporterà a Roma "legalità e trasparenza nelle istituzioni dopo 20 anni di mal governo e mafia capitale che non vedevano più questi criteri a guidare l’amministrazione".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • tunnel

    20 Giugno 2016 - 18:06

    La Sig.ra Raggi con l'aiuto della LEGA e & , hanno disintegrato Giachetti che gareggiava da solo. Stessa cosa a Torino. Ingrati, non hanno contracambiato allo scambio dei voti a Milano...

    Report

    Rispondi

  • airbaltic

    20 Giugno 2016 - 04:04

    Bene . Oramai il pd non arriva più neanche a mezzanotte. Per quell ora i compagni sono a dormire - televisore spento . È' finito il tempo delle maratone elettorali.

    Report

    Rispondi

  • JamesCook

    20 Giugno 2016 - 01:01

    Ma la DESTRA nelle città della Lombardia che fine ha fatto?? Nemmeno san Silvio Berlusconi dal suo letto di dolore...... ha fatto il miracolo..... se la destra in Lombardia non esiste.... che senso ha mantenere due giornali di destra a Milano?

    Report

    Rispondi

  • wilegio

    wilegio

    20 Giugno 2016 - 00:12

    Grande Raggi! Non sono mai stato ne' mai sarò grillino, ma chiunque faccia un dispetto al cialtrone fiorentino e al suo partitaccio è mio amico. L'altro giorno ho addirittura firmato al comitato per il NO al referendum... prima di rendermi conto che era organizzato dal fatto quotidiano. Non importa! I nemici del mio nemico sono miei amici.

    Report

    Rispondi

blog