Cerca

Duello meneghino

Sala vince per un soffio. A Parisi non riesce il colpaccio: e ora "godetevi" mister Expo

Renzi qui rischia la testa. Milano, duello all'ultimo volo: Sala davanti a Parisi di un francobollo

Un disastro, per il Pd, queste elezioni: demolito a Roma e pure a Torino. Ma tiene, seppur di poco, a Milano. A scrutinio concluso, Beppe Sala è davanti con il 51,66%, mentre Stefano Parisi si ferma al 48,34 per cento. Un duello combattuto sino all'ultimo voto, dove il centrodestra esce sconfitto per pochi punti percentuali. Una battaglia che in pochi, prima del primo turno e all'inizio della campagna elettorale, avrebbero pronosticato. Sala, mister Expo, il candidato ultra-renziano e imposto da Matteo Renzi, avrebbe dovuto stravincere. Così non è stato. 

"La partita è apertissima", aveva commentato Sala i primi exit poll, quando è arrivato al quartier generale a Milano. A chi gli ha chiesto se avesse già sentito Matteo Renzi, ha risposto: "Ho sentito Renzi ieri sera". Successivamente, su Facebook, la prima dichiarazione da sindaco: "Ce l'abbiamo fatta. Andiamo a Palazzo Marino". Successivamente, dal palco del quartier generale, ha aggiunto che "mi ha appena chiamato Parisi per congratularsi. Ha fatto anche lui una grande campagna. A Milano abbiamo dato un esempio di campagna elettorale senza grande animosità".

Da Milano, per il centrodestra, arrivano comunque indicazioni che non possono essere sottovalutate: un fronte unito se la può giocare anche a livello nazionale. E Parisi potrebbe essere un'ottima carta da giocarsi anche a livello nazionale.

Nel centrodestra, il primo ad avere ammesso la sconfitta è stato Gabriele Albertini, capolista della lista civica che ha sostenuto 
Parisi. L'ex sindaco di Milano ha anche sottolineato che "la sconfitta ha come causa anche il fatto che nel catalogo la lista civica è stata oscurata dai partiti. Non è stata valorizzata", ha concluso un polemico Albertini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • patriziabellini

    20 Giugno 2016 - 12:12

    Peccato, peccato, peccato! I milanesi hanno perso una grandissima occasione facendo vincere uno "spocchioso" come Sala

    Report

    Rispondi

  • bettely1313

    20 Giugno 2016 - 10:10

    con Sala sindaco di Milano la città già parte con un miliardo e passa di debito, bella prospettiva, contenti i milanesi... Visto il minimo stacco tra i due ha vinto l'imbroglio. andrebbero ricontati i voti, ovvero dovrebbe essere la prassi, visto che ormai i risultati delle elezioni sono sempre falsati. Poi se si cambia il modo di spoglio delle schede è ancora meglio.

    Report

    Rispondi

  • gianni modena

    20 Giugno 2016 - 10:10

    l'avete voluto?? ora godetevelo mr expo , spero solo che curi i conti non come con expo per non dover pagare pio' tasse per i debiti di milano . auguri ai milanesi .

    Report

    Rispondi

  • sconosciuto

    20 Giugno 2016 - 08:08

    mister Expo ora può appianare a spese dei polli milanesi e (italiani) i debitucci che ha fabbricato con expo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog