Cerca

Lo scenario

La vittoria Cinquestelle. Trionfo Raggi-Appendino: qual è il segreto che c'è dietro

La vittoria Cinquestelle. Trionfo Raggi-Appendino: qual è il segreto che c'è dietro

Tira una brutta aria per il governo di Matteo Renzi dopo il trionfo del Movimento Cinquestelle a Roma e Torino. Le vittorie di Virginia Raggi e Chiara Appendino non possono essere considerate solo farina del sacco pentastellato, almeno stando alle cifre che i due neosindaci hanno portato a casa e la loro lievitazione tra il primo e il secondo turno.

Lo scorso 5 giugno, la candidata grilina a Roma si era fermata al 35%. Al secondo turno ha raggiunto il 67%. Un salto analogo a quello della candidata a Torino che sotto di undici punti al primo turno, ha chiuso il ballottaggio con quasi altrettanti di vantaggio su Piero Fassino. Quel balzo non poteva essere possibile senza il sostegno degli elettori del centrodestra, rimasti senza un candidato di riferimento in questa fase del voto nelle grandi città, esclusa Milano, persa di un soffio.

L'elettorato di Forza Italia, Lega nord e Fratelli d'Italia si è ritrovato nel dilemma facilmente risolvibile se dare sostegno a un candidato voluto dal partito di maggioranza del governo o uno espressione di un partito all'opposizione. La seconda opzione è sembrata per la maggioranza degli elettori quella più appetibile, nonostante da parte dei partiti di centrodestra non ci fosse mai stata, almeno pubblicamente, un'indicazione chiara di voto. Non proprio un segnale incoraggiante per chi abita Palazzo Chigi, soprattutto in vista del prossimo impegno elettorale, quello del referendum costituzionale di ottobre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sirios

    sirios

    20 Giugno 2016 - 14:02

    Staremo a vedere ben sapendo che tra Pd e M5S c'è ben poca differenza , ambedue partiti che associano i cessi sociali nei loro alveoli , quelli dei : 10 , 100 , 1000 Nassiryia , quelli che all'occorrenza usano mettere a ferro e fuoco le grandi città , quegli stessi che usano dire che : rom e beduini clandestini sono una risorsa per l'Italia , lo stesso parlare della Boldrini e della Kyenge .

    Report

    Rispondi

  • goodvin60

    20 Giugno 2016 - 08:08

    Con il 50 % dei votanti il Centrodestra non ha speranze. C'è da notare che i voti del CD sono andate a Raggi e Appendino. Ma non un solo voto di M5S è andato a Parisi. Ciò perché , deve essere chiaro, il M5S è un Partito Politico di Sinistra. Quindi io la vedo in altro modo. Vedo che Renzi ha trionfato.

    Report

    Rispondi

  • romamaccio

    20 Giugno 2016 - 08:08

    I cinque stelle hanno l'occasione di ripetere la storia! Come lo fu la presa di porta pia di Roma.SRADICARE tutto il sistema Marcio della casta burocratica statale. Chi li ha votati? Gli elettori delusi dai loro partiti dei traditori e delle chiacchiere!

    Report

    Rispondi

  • burago426

    20 Giugno 2016 - 06:06

    Avrebbero dovuto farlo con l Governo che per colpa di Grillo che non ha avuto la voglia di unirsi con Berlusconi e ci ha lasciato nella vera disgrazia di una sinistra ladra ed incapace.

    Report

    Rispondi

blog