Cerca

Cambio ai vertici

Del Debbio e Cefaliello: i due nuovi uomini forti in Forza Italia

Paolo Del Debbio

Il Cavaliere è ancora in ospedale, ma le cose in Forza Italia si stanno muovendo in modo quasi frenetico, per il ritmo dei cambiamenti ai quali negli anni gli azzurri ci avevano abituato. E quella in corso pare una ri-maschilizzazione del partito, con una marginalizzazione di alcune figure femminili e il ritorno degli uomini nelle leve del comando.

Così, è notizia riportata da diversi quotidiani che sarà Alfonso Cefaliello, già manager di lungo corso in Fininvest, amico e collaboratore fidatissimo del Cav, a prendere in mano i conti di Forza Italia, quello che per anni era stato il "fortino" di Maria Rosaria Rossi. Cefaliello, però, non si occuperà solo di conti: come riporta Il Giorno, avrebbe campo libero per una riorganizzazione interna del partito a tutto tondo. Novità anche sul fronte della comunicazione, dove dovrebbe fare un passo Alessia Ardesi, giornalista e "ombra" della Rossi e della Pascale.

Al loro posto dovrebbe subentrare in una prima fase un altro uomo di assoluta fiducia di Berlusconi, Valentino Valentini, ma se si dovesse votare già nel 2017 (ipotesi tutt'altro che peregrina, soprattutto se Renzi dovesse uscire sconfitto dal referendum del prossimo ottobre), a prendere su di sé il ruolo di "front man" azzurro potrebbe essere Paolo Del Debbio, che berlusconi già avrebbe voluto candidato sindaco a Milano al posto di Parisi e che coi suoi programmi tv sulle reti Mediaset ha dato prova di grandi capacità di comunicazione e di interazione coi telespettatori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • c.camola

    02 Luglio 2016 - 17:05

    F I Continuerà ad esistere fin quando sarà rappresentata da uno che da tempo è nello stesso partito e ha forza dell'ex ptesidente.Questa persona già esiste ed a mio avviso è innutile continuare a cercarne un altra.

    Report

    Rispondi

  • rocc

    29 Giugno 2016 - 11:11

    l'ottimo e apprezzato Del Debbio se si candidava forse ora sarebbe sindaco di Milano. Perchè non l'ha fatto? Però una cosa: per paura di sembrare troppo di destra, del Debbio ha sempre chiamato nelle sua trasmissioni almeno un imam, un clandestino, un rom, un musulmano, falsando il dibattito (ma è l'unico comunque che pensa al vessato popolo italiano, ora con Cecchi Paone manco quello)

    Report

    Rispondi

  • Elio De Bon

    29 Giugno 2016 - 10:10

    Ma qualcuno qui ha mai insegnato al Pinocchio toscano, o al Grullo genovese, come devono governare? Ottavio Carlini e compagno Viktor.. .ma andate un po' a rosicchiare altrove... L'unita e Repubblica usano carta rossa buonissima.....,,,e andate a cagare insieme.

    Report

    Rispondi

  • nick2

    28 Giugno 2016 - 20:08

    Indelicato, l'estate non c'entra e nemmeno i colpi di sole. Colombini Tullio ė così, tutto l'anno, tutta la vita. Personalmente mi mette buonumore, anche quando mi insulta, ma se penso a quella poveretta di sua moglie che se lo deve sorbire 24 ore su 24...

    Report

    Rispondi

    • colombinitullo

      29 Giugno 2016 - 20:08

      Mio caro infelice noto con dispiacere che ha qualche difficoltà di lettura il che, a dir la verità, non mi meraviglia. Guardi che io non la insulto, dico solo la verità e questa è: lei è un semplice(volevo dire scemo ma mi sono trattenuto) e non so chi si diverte di più tra noi due in quanto lei non capisce e non vuole capire che qui le sue elucubrazioni da tapino vengono rimarcate,si svegli è ora

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog