Cerca

Le prime grane

La Raggi ha una nemica in casa: la donna che le fa la guerra

La Raggi ha una nemica in casa: la donna che le fa la guerra

Virginia Raggi non ha ancora formato la sua giunta. Ha cominciato a fare delle scelte ma come ricostruisce La Stampa, viene accerchiata dai gruppi di pressione molto forti sia interni che esterni al Movimento.  Ha scelto Daniele Frongia, un consigliere uscente che era attaccato perché secondo alcuni la legge Severino detterebbe incompatibilità tra consiglieri comunali e incarichi dirigenti amministrativi. Raggi ha chiesto all' Anac di Raffaele Cantone, e all' avvocatura dello Stato, entrambi hanno dato parere positivo. Il suo vice è  Raffaele Marra, un ex della Finanza  che avrà potere di firma sugli atti di spesa esterni.  Ma sulla Raggi si è subito aperto il fuoco amico di Roberta Lombardi che fa parte del mini-direttorio dei Cinque Stelle. “Ho conosciuto il dottor Marra ieri. Ora capiremo se è stata una nomina ponderata, ci sarà un approfondimento. Abbiamo anche l' umiltà di dire che, se facciamo dei piccoli errori, li rimediamo subito”. Parole che sono frecce dirette contro la neo sindaco da parte della stessa donna che, durante la campagna elettorale, si è tenuta ben distante dalla Raggi. In realtà dietro queste parole, secondo la ricostruzione del quotidiano torinese si nasconde il tentativo “del suo giro” di mettere i loro uomini in tre commissioni considerate le più importanti: Patrimonio e Casa, Commercio, Urbanistica.  La sindaca tiene duro, resiste alle pressioni e mantiene la sua autonomia. Certo, ha dovuto accettare che tutti i nominati avessero già esperienza di “portavoce” che fossero cioè  consiglieri o presidenti municipali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • placidoolivieri

    30 Giugno 2016 - 17:05

    Che la raggi non avrebbe governato con la sua testa ma con quella del direttorio e dintorni si sapeva.

    Report

    Rispondi

blog