Cerca

Torino

Bufera sull'assessora di Apppendino. Mentì per avere i bonus sul nido

Federica Patti

Nemmeno insediata ed è già al centro della bufera. Non c’è pace per la neo eletta sindaca di Torino, Chiara Appendino. Alla vigilia del suo insediamento esplode la polemica sul nome dell’assessora all’Istruzione che intende nominare nella sua giunta: l’architetto 42enne Federica Patti. Il motivo è una condanna risalente al 2012 da parte del giudice di pace per aver pagato una tariffa agevolata per il nido dei figli senza averne diritto. Al momento dell’iscrizione, Patti già conviveva con il compagno ma aveva omesso di dichiararlo nel modello Isee potendo così “trarre beneficio dall’applicazione di una tariffa sulla base di un nucleo famigliare non corrispondente a quello reale”.

Contro la futura assessora e la sindaca grillina si è scagliato in massa il partito uscente, il Pd. “In campagna elettorale i grillini si sono riempiti la bocca con termini quali legalità e onestà, facendone una bandiera. Ora veniamo a sapere che Federica Patti ha mentito e ha evaso le tasse - è il lapidario commento del parlamentare Stefano Esposito - Ciò che amareggia è che si sia mentito su una questione delicata come quella degli asili nido e ciò rivela la bassezza del comportamento della nuova assessora”.

Ma il Movimento 5 Stelle non ci sta e ribatte. “Perché esce questa cosa? Semplicemente perché è stata inviata una lettera anonima ad un sito web di Torino. Una manovra che la dice lunga - replica Luca Pasquaretta, il portavoce della sindaca - E poi si tratta di una multa e di una storia vecchia che risale al 2012. Non si possono rovinare le persone per una multa, per giunta regolarmente pagata”.

Anche la diretta interessata si difende, giustificando l’errore con la difficoltà di adempiere a una serie di procedure burocratiche ostiche. Lo stesso giudice di pace, insiste Patti, che è anche presidente del CooGen Torino (Coordinamento Genitori Torino) , “ha confermato la mia buona fede e per questo mi ha imposto di pagare solo la metà della quota rimasta inevasa. La mia situazione non mi permetteva di cumulare i due redditi. Era un periodo difficile della mia vita, ho provato a spiegare in tutte le sedi le mie ragioni. Mi hanno dato torto e ho pagato”.

Giustificazione insufficiente per il parlamentare del Pd, che non demorde e attacca di nuovo sindaca e assessora. “Appendino ci ha ripetuto che avrebbe nominato assessori competenti, qui ci troviamo di fronte a quella dell’Istruzione che non riesce neppure a compilare l’Isee - critica Esposito - Un periodo difficile? Quanti sono i torinesi che vivono momenti difficili, ma non per questo non pagano tasse e servizi. Mi auguro solo che la sindaca ci ripensi e che se è davvero coerente con quanto ci ha ripetuto per settimane, rinunci a questa nomina”.

La sindaca Appendino, però, a quanto pare non ha colto il “suggerimento” del collega e ha nominato Federica Patti come sua assessora all’Istruzione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • scristo

    01 Luglio 2016 - 15:03

    Salvalo1luglio1916: Oramai la credibilità del PD non è bene accetta nelle persone di onesta cultura, perché i ladrocini sono innumerovoli ed ancora................. Far

    Report

    Rispondi

  • gianni modena

    01 Luglio 2016 - 11:11

    perche' gli onorevoli dalle mani pulite del PD non hanno detto niente per il sindaco di logi ?? belle mani pulite avete , sporche di soldi del popolo

    Report

    Rispondi

  • Maurizio_48

    01 Luglio 2016 - 10:10

    Non importa da dove arriva la denuncia ... importano i fatti denunciati (e se sono veri). Ma veramente volete seguire la linea di "Bottino" Craxi : Tutti rubano , quindi rubo anch'io... La tizia ha seguito lo sport nazionale : rubacchiare ed evadere o eludere le tasse . PUNTO. Al mondo tutti possono sbagliare , l'importante è riconoscerlo e al limite farsi da parte senza troppi clamori

    Report

    Rispondi

  • giseppe

    30 Giugno 2016 - 20:08

    Il PD deve pensare hai suoi che stanno superando anche la destra

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog