Cerca

L'analisi

Del Debbio: "Perché vincono i grillini?". Tutta la verità in quattro punti

Del Debbio: "Perché vincono i grillini?". Tutta la verità in quattro punti

Quanto si assomigliano il Movimento Cinquestelle e il centrodestra? Ad azzardare una risposta ci ha provato il conduttore di Rete4 Paolo Del Debbio che in un'intervista al Giornale spiega: "Il successo ottenuto dai Cinque Stelle dimostra sopratutto una cosa: gli elettori in generale chiedono che ci sia meno carico dello Stato nella vita quotidiana. Anche il primo Renzi - ricorda - prometteva un alleggerimento in tal senso. Poi il permanere del grave carico fiscale ha deluso anche chi credeva in lui".

Il dato certo secondo Del Debbio è la voglia di cambiamento espressa da tutti gli elettori: "E soprattutto tanta delusione. Vengo spesso a Roma dove uso spesso il taxi. E tutti i tassisti mi ripetono la stessa cosa. Gli altri li abbiamo provati tutti. Non ci rimane che mettere alla prova loro". Gli ultimi risultati elettorali e i sondaggi hanno dimostrato che questo per i grillini è un momento d'oro. Per il centrodestra, però, la crisi è profonda, ma non irreversibile.

Il conduttore, già in predicato di candidarsi a sindaco di Milano per il centrodestra, si rivolge proprio ai vertici di Forza Italia e alleati e li invita a capire dov'è la forza dei grillini in quattro punti: "Il primo: sono nuovi. Il secondo: parlano un linguaggio molto comprensibile. E ce ne sono alcuni, come Di Maio e Di Battista, che in tv si dimostrano molto capaci. Il terzo è l'esempio: hanno provato la riduzione dei costi della politica direttamente su se stessi. E non c'è miglior messaggio della testimonianza personale. Il quarto punto è il reddito di cittadinanza".

Copiare tutti i punti della strategia grillina sarebbe troppo anche per il centrodestra, comunque non in linea con la sua politica. Resta però un insegnamento da trarre secondo Del Debbio: "Il centrodestra deve imitare i Cinque stelle soltanto nel pensare, come nel '94, una politica aggressiva. E poi - ha aggiunto - c'è da cambiare la classe dirigente. Questo va da sé". La rottamazione in salsa renziana però è da evitare: "Il più fresco è ancora Berlusconi. L'anagrafe in politica non conta. In politica contano le idee. Quelle buone".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • contrawind

    02 Luglio 2016 - 19:07

    Quali sondaggi!!! Se adiamo di questo passo, invasione di africani e musulmani , Europa che collassa, vedrete che fine faranno PD, DC, M5S e lor parenti!!!

    Report

    Rispondi

  • airbaltic

    02 Luglio 2016 - 16:04

    I grillini vincono perché' quando perdono :pizza rotti 20% nogarin 15% appendino 30% si ritrovano un doppio turno truffa che era stato modellato sul pd.

    Report

    Rispondi

blog