Cerca

Le prossime mosse

Becchi incastra Renzi: il suo piano. Occhio ai grillini, cosa sarà costretto a fare

Becchi incastra Renzi: il suo piano. Occhio ai grillini, cosa sarà costretto a fare

Ieri è entrato ufficialmente in vigore l' Italicum, anche se nessuno se ne è accorto, ma probabilmente avrà vita breve nella sua attuale forma. Tornerà, a settembre, ad essere discusso in aula, dopo la mozione di Sinistra italiana sui rischi di incostituzionalità dell' attuale testo. Dovremmo però chiederci se il principale interessato alla modifica della legge non sia, in realtà, il premier. Ci sono almeno tre motivi per pensare che Renzi si schiererà apertamente.

Il primo riguarda i recenti risultati delle amministrative, le quali hanno confermato che il M5S è il vero concorrente del Pd. Ma è emerso anche un altro particolare: nei casi in cui si è andati al ballottaggio tra Pd e M5S, è stato quest' ultimo a vincere. L' attuale legge elettorale voluta da Renzi - che prevede il doppio turno - rischia pertanto di trasformarsi in una trappola per il Rottamatore.
Il secondo motivo riguarda il referendum costituzionale. Renzi ha voluto scommettere tutto, ma ora rischia di fare la fine di Cameron. La modifica dell' Italicum a settembre potrebbe essere, allora, il «prezzo» da pagare alla minoranza del partito per ottenere il suo appoggio alla consultazione di ottobre.

Vi è, infine, un ultimo motivo. È accaduto qualcosa, in questi mesi, negli equilibri della Corte Costituzionale. Renzi ha sempre saputo che l' Italicum presenta gli stessi vizi di costituzionalità che la Consulta aveva rilevato per il Porcellum. Per questo aveva - con l' accordo del M5S - «bloccato» la Corte con la nomina di Augusto Barbera, difensore della legge elettorale renziana. Ma Barbera è stato indagato per induzione al falso in atto pubblico, e nei prossimi giorni potrebbe essere rinviato a giudizio.

Presenterebbe, in quel caso, le proprie dimissioni? Indipendentemente da ciò, è evidente che Barbera, oggi, non possiede più, all' interno della Corte, quell' autorevolezza e quel potere che avrebbero garantito a Renzi il silenzio della Consulta sull' Italicum. Il rischio che venga dichiarato incostituzionale, pertanto, si ripresenta. Ed è per tale ragione che alcune modifiche, soprattutto con riferimento al «premio di maggioranza», potrebbero risolvere la questione. Anche laddove la sentenza dovesse intervenire prima dell' approvazione delle modifiche, la Corte potrebbe limitarsi ad una pronuncia «monitoria», prendendo atto della volontà del legislatore di procedere ad una revisione del testo, evitando così di dichiarare per la seconda volta l' incostituzionalità della legge elettorale. Tutto ciò, inoltre, risolverebbe anche il problema del M5S. Se Renzi riuscisse ad eliminare il doppio turno, e, magari, a prevedere il premio di maggioranza a favore della coalizione e non del partito, lo scenario politico futuro potrebbe ridisegnarsi radicalmente. Il Centrodestra avrebbe nuove chance il M5S si troverebbe indebolito.

Tutto ciò il M5S lo sa perfettamente. Per questo, ora, comincia a difendere l' Italicum - mentre però continua, almeno formalmente, a raccogliere firme per richiedere un referendum abrogativo contro di esso. L' opportunismo politico del partito di Di Maio è evidente: schieratosi in nome della «legalità costituzionale» contro la legge elettorale nel momento di massimo consenso per Renzi, il nuovo partito, ora, ha capito che è proprio con l' Italicum che avrebbe le maggiori possibilità di vittoria, e si riposiziona per difenderne il contenuto. Ma questo gioco potrebbe non durare a lungo: come accaduto con l' Euro, il M5S sta in questi mesi passando incoerentemente da una posizione politica all' altra. Una tattica opportunista che non è detto che sia destinata a pagare nel lungo periodo.

Paolo Becchi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • GiulianaBaudone

    04 Luglio 2016 - 17:05

    Renzi è un mistificatore ...un imbonitore.... le bugie l'incapacità tutto chiaro....

    Report

    Rispondi

blog