Cerca

In onda

Massimo D'Alema, una furia in tv: la frase choc su Renzi e l'Isis

Massimo D'Alema, una furia in tv: la frase choc su Renzi e l'Isis

"Addirittura la simpaticissima ministra Boschi ha detto che con la riforma costituzionale si combatterà meglio terrorismo". "Ci accuseranno se non votiamo il referendum di favorire l'Isis". Massimo D'Alema è una furia contro Matteo Renzi e il suo operato durante la partecipazione a In Onda su La7.

Quando i conduttori Tommaso Labate e David Parenzo gli chiedono di parlare dell'evoluzione dell'ex sindaco di Firenze, D'Alema dice: "Quando Renzi andò al governo iniziò un programma non del Partito Democratico ma il programma di Berlusconi. Quindi io ho assunto una posizione critica". Insomma, D'Alema, sul premier, ha la stessa opinione di Sabrina Ferilli. Dice che Renzi è anche simpatico, ma più che altro è "arrogante".

Quanto alle elezioni amministrative, D'Alema attacca: "Non sono intervenuto: spiegare a uno che, se perdi la metà dei comuni, perdi le elezioni...non mi ci metto neppure". Perché non smette di fare la tessera del Pd?, gli chiedono i conduttori. "Mah, è una abitudine". D'Alema è una furia. Ancora su Renzi: "Non sempre quello che dice corrisponde a quello che fa e a quello che ha detto due giorni prima". "Io leggo i libri, mi sa che è contro la linea del partito leggere i libri".

Lo storico esponente del Pd parla di un altro simbolo del partito come Veltroni: "Con lui ho avuto delle discussioni politiche, ma mai uno scontro personale sfociato nella rottamazione. Non c'è mai stata una lotta di distruzione delle persone, cosa che", prosegue D'Alema in un crescendo di durezza, "è la responsabilità più grave che ha avuto Renzi".

Ma almeno una cosa di sinistra Renzi l'ha fatta? D'Alema salva solo "gli ottanta euro ai lavoratori". Punto e stop. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Patty Ghera

    20 Luglio 2016 - 13:01

    Il rottamato rottamerà il rottamatore e ne vedremo delle belle. Epurazioni, purghe a non finire, decapitazioni metaforiche o, se va meglio, imprigionamenti in campi gulag, sempre metaforici, a spalare il ghiaccio. Eheheh

    Report

    Rispondi

  • vaccax99

    20 Luglio 2016 - 12:12

    Renzino persava che Dalema, dopo la rottamazione, si limitasse a veleggiare sul mediterraneo dimenticando l'offesa? Dalema non è il mio politicom preferito ma vale 100 volte renzino: per imtelligenza, anche politica, per stile e classe!

    Report

    Rispondi

  • Patty Ghera

    19 Luglio 2016 - 20:08

    Lui è cattivo nell'anima e si vendica. Lo ridurrà in brandelli. Molto presto. E' un regista paziente.

    Report

    Rispondi

  • demaso

    19 Luglio 2016 - 14:02

    Renzi d'alema il vecchio e il nuovo due facce (da ca..o) della stessa medaglia, mettiamoci insieme berlusconi e buttiamo tutti nella spazzatura!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog