Cerca

Fedelissima ritrovata

Nunzia sul Cav: "Zitti tutti, decide lui". Poi la bordata: come affonda Alfano

Nunzia De Giorlamo

Aveva lasciato Forza Italia e il Cavaliere. Poi è tornata. E dopo il ritorno lavora per proporsi come la più fedele delle fedelissime. In prima linea per combattere la battaglia di Silvio Berlusconi all'interno di un partito frammentato (da tempo e soprattutto dopo l'investitura del leader, che ha "nominato" Stefano Parisi). Lei è Nunzia de Girolamo, l'ex alfaniana, che fa il punto della situazione in un'intervista concessa a Il Tempo.

Si parla, soprattutto, del polverone sollevato dal ruolo prospettato per Parisi in Forza Italia, un'ascesa che ha fatto saltare la mosca al naso agli azzurri che avevano altri piani (o altre ambizioni). "Tutti dobbiamo collaborare per il rilancio anche rinunciando a ruoli e posizioni acquisite - premette Nunzia -. Ci sono tanti volti nuovi che meritano di essere valorizzati, non bisogna aver paura del tempo che passa. Si rinnovano ogni anno gli iPhone, possiamo farlo anche noi", spiega con una battuta. Dunque, sul manager, spiega: "Quella di Parisi non è un’investitura. Lui sarà una sorta di consulente che ci aiuterà nella riorganizzazione di Forza Italia".

La De Girolamo, inoltre, scaccia la possibilità che la ledership venga consegnata all'ex candidato meneghino con un colpo di mano del Cavaliere. "Il candidato premier lo sceglieranno gli elettori, dovrà avere dalla sua il consenso". Anche perché in molti temono che Parisi possa avere un atteggiamento troppo morbido nei confronti del governo. Con lui al timone ci sarà un Nazareno bis? Nessuno può saperlo. Magari, se vince il no, ci sarà necessità di riscrivere la legge elettorale e Forza Italia potrebbe essere chiamata a qualche forma di collaborazione. Ma non si tratterebbe di un nuovo Nazareno. E, in ogni caso, certi sviluppi non sono certo legati al ruolo di Parisi". 

Infine una battuta sugli storici - e teorici - alleati che compongono la coalzione di centrodestra. Secondo la De Girolamo, come si rapporteranno con questa nuova ipotetica Forza Italia figure come quelle di Angelino Alfano e Matteo Salvini? Nunzia una risposta precisa non ce l'ha, ma un messaggio - chiarissimo - invece sì: "Alfano scelga con chi stare, a sinistra o con i moderati. Salvini capisca che, per essere leader, non può limitarsi a coltivare l’orticello del suo partito".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • salvapo

    29 Luglio 2016 - 20:08

    Brarva Nunzia.Finalmente una donna tosta e decisa. La sbandata verso alfano è stato un incidente di percorso che subito hai superato.Dai una mano all'0rganizazione specialmente in Campania dove c'è una sbandamento generale.

    Report

    Rispondi

  • jborroni

    29 Luglio 2016 - 02:02

    il problema del Silvio e' proprio questo: non aver saputo mai dar calci in culo a sta donnetta e a tutte le altre carciofe che lo circondano ed asfissiano: Rossi la tettona, Gelmini la maestra ignorante, Biancofiore la pornodiva, Bernini attenta a non sorridere troppo che si spacca, e.....chi manca? la inossidabile Santanche', la meglio assenteista del parlamento. Dove vuoi andare con gente cosi'!

    Report

    Rispondi

  • adone

    28 Luglio 2016 - 16:04

    Ma perché non ti vergogni De Girolamo, bandierola del ca..... saresti molto piu' utile, a mio avviso a ben altro.... con quanto madre natura ti ha dato......................!!!!!!!!!!!!!!!! ma che ti ha compensato con qualità e quantità di cervello!

    Report

    Rispondi

  • binariciuto

    28 Luglio 2016 - 12:12

    Queste donnette purtroppo mancano di senso d'autocritica e difettano di integrazioni cerebrali. Quand'è che finalmente verranno ridimensionate al loro ruolo più naturale?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog