Cerca

Pomo della discordia

Ecco chi è Sergio De Gregorio, il senatore che per i pm è stato "comprato" da Berlusconi

Senatore con il Pdl, è stato uno degli uomini di punta dell'Italia dei Valori di Antonio Di Pietro. La sua avventura politica comincia con il movimento per gli italiani nel mondo. Poi dirige anche L'Avanti!

Ecco chi è Sergio De Gregorio, il senatore che per i pm è stato "comprato" da Berlusconi

Secondo la procura di Napoli Silvio Berlusconi avrebbe pagato 3 milioni di euro per convincere Nicola De Gregorio a passare dall'Idv al Pdl. Chi è De Gregorio? Nel 2000, fonda l'associazione Italiani nel Mondo con l'obiettivo di diffondere e promuovere l'immagine dell'Italia e degli italiani nel mondo, anche attraverso un proprio canale televisivo satellitare,Italiani nel Mondo Channel. Nel 2005, dopo il naufragio di un primo accordo con Forza Italia, si candida per le elezioni regionali in Campania nella lista di Gianfranco Rotondi, Democrazia Cristiana per le Autonomie e successivamente lo stesso Rotondi lo vorrà come vicepresidente nazionale del suo partito.

Avventura con Tonino - Sempre nel 2005, l'associazione si trasforma in un movimento politico che raggiunge un accordo con l'Italia dei Valori per le elezioni politiche del 2006. Nello stesso anno, De Gregorio, che è anche giornalista,  abbandona la direzione de L'Avanti! per assumere quella di direttore editoriale di Italia dei valori, house organ del partito di Antonio Di Pietro. Nel 2006, viene eletto al Senato.Il 25 settembre 2006, dopo ulteriori polemiche seguite alla sua astensione durante la votazione di un provvedimento di indulto, annuncia la sua definitiva fuoriuscita dall'Italia dei Valori e dalla maggioranza di centrosinistra, votando in seguito contro la fiducia al Governo Prodi II durante la crisi del febbraio 2007.

Avventura con Silvio - Nel settembre 2007 il senatore De Gregorio rientra ufficialmente nello schieramento di centro destra, siglando un patto federativo tra il suo movimento e Forza Italia. Vota la fiducia contro il Governo Prodi II il 24 gennaio 2008, contribuendo alla sua caduta. Alle politiche del 2008 De Gregorio è eletto senatore con il Pdl. Membro della Commissione Difesa e anche presidente della Delegazione parlamentare italiana presso l'Assemblea parlamentare della NATO, incarico da cui si autosospenderà il 17 aprile 2012 in riferimento all'indagine che lo vede indagato sull' appropriazione indebita di 20 milioni di euro di finanziamenti al quotidiano L'Avanti!. Con lui a Napoli è indagato anche Walter Lavitola. 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • direttoreemilio

    02 Marzo 2013 - 18:06

    Che sarebbe quello che portava i soldi di berlusconi ai discepoli che tradivano per sostenerlo, e coloro che procuravano le olgettine, brasiliane e minorenni, per Silvio Siffredi. Eh, eh, eh!

    Report

    Rispondi

  • Argonauta

    02 Marzo 2013 - 03:03

    Se tanto mi da tanto se si è venduto una volta chi lo paga adesso???

    Report

    Rispondi

  • nicobra

    02 Marzo 2013 - 00:12

    Con quelle facce venderebbero anche la madre..è vero: ma il Cav. è troppo ingenuo o un furbo maldestro ? certo cade sempre nel trappolone dei poteri forti!Nessuno lo vuole intendere! presto tocca a Grillo ... anche con qualche bel boom , già annunciato.

    Report

    Rispondi

  • blu521

    01 Marzo 2013 - 15:03

    1 ql=3 mln. Roba forte. Bananas!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog