Cerca

Dilagante

Renzi presenzialista in televisione: quante ore è stato in tv il premier

Renzi presenzialista in televisione: quante ore è stato in tv il premier

Onnipresente in tv. Più mediatico di tutta l'opposizione messa insieme. Secondo il Fatto Quotidiano, che snocciola i dati, Matteo Renzi nei telegiornali italiani a giugno ha parlato più di tutta l' opposizione messa insieme: 11 ore e 6 minuti, contro le 10 ore e mezzo circa di tutti gli altri esponenti politici. 
Secondo i dati Geca Italia, la società che fornisce le rilevazioni all' Agcom e che a luglio ha monitorato i tg e i programmi  di Raiuno, Raidue, Raitre, Rai News, Retequattro, Canale 5, Italia Uno, Tgcom 24, La7, La7d, TV8 , SkyTg24, Cielo, Nove Deejay, il tempo occupato dal premier e dagli altri protagonisti della maggioranza è massiccio.

Analizzando il "tempo di parola", ossia quello in cui i personaggi esprimono le proprie ragioni, si nota che Renzi ha detto la sua, a giugno, per 11 ore e 6 minuti. Scorporando il dato: 4 ore e 29 minuti, ovvero il 16,8% del tempo a disposizione dei Tg Rai, 3 ore e 21 minuti per il 22% del totale dei telegiornali Mediaset; 10 minuti su La7,che comunque rappresentano il 30,2% di tutto il tempo di parola sulla rete di Cairo, e 2 ore e 6 secondi (il 26,22% del totale) su Sky Tg 24.
A questi numeri vanno aggiunti quelli del governo: 10 ore e 24 minuti complessivi, e poi quelle del Pd (7 ore e 32 minuti) e dei centristi di Area popolare (1 ora e 50). In totale, a giugno Renzi e i suoi ministri, a cominciare da Maria Elena Boschi, hanno occupato l' informazione per 21 ore e 30 minuti.

Manca il dato relativo ai sostenitori del No al Referendum, i rivali di Matteo Renzi. I cosiddetti "Professori", praticamente inesistenti in televisione. Pochissime apparizioni nei mesi estivi, a partire da giugno. In rappresentanza è stato invitato Alessandro Pace, uno dei più importanti costituzionalisti italiani e presidente del Comitato: due interviste al Tg 3 (una a giugno, una a luglio), circa 25 secondi ciascuna. In totale, 1 minuto o poco meno. Lo stesso Pace ha fatto una breve intervista per il Tg 1 a Ferragosto. Domenico Gallo è andato al Tg3 il primo luglio, per 20 secondi. E poi, Lorenza Carlassare è andata a In Onda su La7. Insomma, le briciole delle briciole. Non solo nella Rai tanto vicina a Renzi, ma anche sulle altre emittenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • silvano45

    20 Agosto 2016 - 20:08

    Ma tutti i veri liberali e democratici che si indignavano urlavano si stracciavano le vesti facevano i girotondi se B andava una sola volta in tv dove sono? I compagni sono sempre gli stessi il loro riferimento è stalin il loro paradiso per gli avversari sono sempre i campi di rieducazione la libertà di opinione è solo quella che pensano loro

    Report

    Rispondi

  • frabelli

    20 Agosto 2016 - 19:07

    Ogni volta che lo vedo cambio subito canale

    Report

    Rispondi

  • routier

    20 Agosto 2016 - 17:05

    Il famoso "Osservatorio di Pavia" (quello che nel nome della "par condicio" stigmatizzava gli eccessi di presenza in TV) che fine ha fatto? Forse non essendo più organico al governo è stato rottamato anche lui? Forse non sarà così, ma a pensar male si fa peccato, però....!

    Report

    Rispondi

  • orione1950

    orione1950

    20 Agosto 2016 - 17:05

    é per questa ragione che non seguo più i tg

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog