Cerca

Ex Presidente

Addio Ciampi, l'ultima intervista: una profezia da incubo sull'Europa

Carlo Azeglio Ciampi esce dal silenzio: Europa, la sua cupa profezia

È morto Carlo Azeglio Ciampi. L'ex presidente della Repubblica si è spento all'età di 95 anni dopo una lunga malattia in un ospedale della Capitale. Da poco era stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico. Presidente della Repubblica dal 1999 al 2006, governatore della Banca d'Italia dal 1979 al 1993, poi presidente del Consiglio tra il '93 e il '94, quindi ministro del Tesoro dal 1996 fino all'elezione al Quirinale, Ciampi amava definirsi, un "italiano normale".

Di seguito pubblichiamo la sintesi della sua ultima intervista pubblica, rilasciata a
La Stampa lo scorso 22 agosto.

"Serve un rilancio ideale sul versante dell'Unione politico-economica, altrimenti le stesse fondamenta dell'Ue sono a rischio". L'ex presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi ritorna sulla scena politica. Il Messaggero lo interpella a proposito del futuro dell'Europa il giorno del summit di Ventotene in cui si riuniscono Matteo Renzi, Angela Merkel e Francois Hollande. Tema: l'Europa post-Brexit.

"A Ventotene", ricorda, "nei momenti più drammatici della guerra, fu immaginata una nuova Europa, che ripudiasse divisioni e intolleranze e costruisse, piuttosto, nella democrazia e nella libertà, un sistema di sovranità condivisa fra i popoli".

 Crisi economica, immigrazione, terrorismo, Brexit. Le minacce all'Europa sono tante. Come si resiste? "È ovvio che l'impresa è ardua, ma forse è arrivato il momento di tradurre in pratica un concetto che ho già esposto in un recente passato, un'Europa a più velocità". "E' chiaro che serve un rilancio ideale sul versante dell' Unione politico-economica altrimenti le stesse fondamenta dell' Ue sono a rischio". Sull' economia il pensiero di Ciampi è sempre molto chiaro: "Serve un coordinamento delle politiche economiche specialmente nell' Eurozona".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gio52

    16 Settembre 2016 - 19:07

    L'unica possibilita' per ridurre tutte le pensioni d'oro e di platino del 45% e'che facciano tutti la fine di questo ex boiardo di stato che non ha fatto nulla per migliorare il nostro paese. Anzi ! Spero anche che chi si prendera' il 65%di reversibilita'abbia i giorni contati . La mia cattiveria e' dettata dall' ingiusta quantita' di denaro elargita ai suddetti "boiardi di stato " senza meriti

    Report

    Rispondi

  • pippo451

    16 Settembre 2016 - 19:07

    Ciampi ha fallito politicamente, con nostro grave danno

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    23 Agosto 2016 - 11:11

    L'Oracolo della Toscana ha parlato.Non gli affiderei nemmeno il mio cane per portarlo a pisciare.

    Report

    Rispondi

  • bozzicolonna

    22 Agosto 2016 - 22:10

    che stia zitto.. coglione

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog