Cerca

Resistere resistere resistere

"Berlusconi è morto"? Lui reagisce così. Maxifesta a Villa Certosa: chi c'era

"Berlusconi è morto"? Lui reagisce così. Maxifesta a Villa Certosa: chi c'era

Mentre le principali testate giornalistiche nazionali ed internazionali si prodigavano a verificare i "rumors" sulla sua salute, Silvio Berlusconi non solo stava benissimo, ma avrebbe voluto potersi godere in santa pace la partita tra Milan e Napoli. Certamente il risultato della squadra che ha appena ceduto, ma della quale resta «presidente onorario», non lo ha lasciato di buonumore, ma quando è stato ritratto in questa foto ancora non poteva saperlo.

Il Cavaliere è a Villa Certosa, in Sardegna, dall' inizio del mese di agosto, non si è mai mosso da lì dentro e si è dedicato più alla cura del fisico e alla riabilitazione - dopo l' operazione alla valvola aortica di giugno - e ai nipoti che alla politica. Nei primi giorni di vacanza, per la verità, si è occupato prevalentemente della delicatissima cessione del Milan e, proprio per questa ragione, era sempre al suo fianco Marina Berlusconi. In quell' occasione si è fatto scattare la prima foto pubblica dell' estate. Poi è stato Flavio Briatore ad immortalarlo, insieme a Francesca Pascale, nel corso di una sua visita in villa, lo scorso nove agosto. «Presidente in grande forma e sempre numero uno», scrisse nella didascalia dell' immagine postata su Instagram l' imprenditore che ha fondato il Billionaire. Il giorno dopo c' era stata la festa per i cinquant' anni della figlia primogenita, alla quale ha fatto un salto - per allietare i presenti - anche il maestro Andrea Bocelli.

Da quel giorno un prolungato silenzio e le "voci". Invece no, il presidente di Fi stava lavorando ad una lunga nota di solidarietà alle vittime del terremoto, per offrire la disponibilità del suo partito a «votare» provvedimenti per la ricostruzione e, soprattutto, voleva vedersi la partita. Con la camicia azzurra e il maglione sulle spalle, aspettava il calcio d' inizio al San Paolo di Napoli davanti al megaschermo, il suo home cinema a Villa Certosa. Quello che sembra chiaro è che il Cavaliere e i suoi (tredici?) commensali hanno aspettato la fine della partita prima di cominciare la cena; i piatti sono ancora vuoti e non c' è traccia di cibo sulla tavolata.

La sconfitta (4 a 2) della squadra di Milano e i rumors subito smentiti non gli hanno rovinato troppo l' umore se è vero che la serata si è conclusa con il sottofondo musicale di Mariano Apicella e addirittura di una "cantata" dell' ex premier stesso di alcuni classici del repertorio napoletano, la musica preferita del padrone di casa. Era proprio ambientato nel parco della villa di Porto Cervo, che giusto un anno fa l' ex premier aveva pensato di mettere in vendita, il famoso duetto tra Apicella e Berlusconi in "Meglio na' canzone" che Blob e Striscia la Notizia hanno rimandato in onda per anni a ripetizione. Presente in questi giorni in Sardegna anche il medico Alberto Zangrillo, che segue l' ex premier da anni e lo fa con particolare attenzione dopo l' operazione di giugno. È stato il primario ad imporre al "principale" di «staccare la spina» con la politica per almeno due mesi, di ridurre al minimo gli incontri e anche le telefonate: pure un importante ambasciatore sarebbe stato "rimbalzato", seppur con cortesia. Anche il ritorno ad Arcore slitta di giorno in giorno: già si è capito che il fondatore di Fininvest resterà sull' isola almeno per tutta questa settimana. La notizia della disponibilità dell' ex premier a discutere con il leader del Pd e del nuovo rinvio del loro faccia a faccia chiarificatore avrebbe creato qualche nervosismo a Matteo Salvini, che ieri era ad un pranzo solidale con i cittadini di Amatrice in Trentino. Il leader del Carroccio, però, ha qualche difficoltà pure in casa sua: ha criticato la nomina a commissario per la ricostruzione dell' ex governatore dell' Emilia, il pd Vasco Errani, mentre l' ex ministro delle Riforme leghista, Roberto Calderoli ne parlava bene. Anche Fratelli d' Italia, stavolta, sembra disponibile a discutere col governo: «Non faremo mancare un contributo di idee e di lavoro», ha spiegato il capogruppo Fabio Rampelli, che è stato ad Amatrice. Si proverà a ricucire più avanti: intanto Stefano Parisi ha in programma di riunire giovedì a Milano i suoi fedelissimi per mettere a punto gli ultimi inviti per la Convention di metà settembre.

Paolo Emilio Russo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • capitanuncino

    30 Agosto 2016 - 17:05

    Azzz...Alla faccia dei trinariciuti.

    Report

    Rispondi

  • marino43

    30 Agosto 2016 - 11:11

    Mi piace la fotografia! Una sintesi perfetta di cosa è il soggetto. Un vecchio, ricco e solo attorniato da gente inutile, dannosa e invisibile e succhia soldi. Una giusta situazione per uno che si è attorniato di arrivisti. MI piace vederlo così.

    Report

    Rispondi

    • vpmiit

      30 Agosto 2016 - 15:03

      E pure pelato. Ditemi il suo tricologo che lo evito come la peste.

      Report

      Rispondi

      • 12ZAMPE

        30 Agosto 2016 - 19:07

        Tanto cadranno anche a te, come a quasi tutti i maschietti....

        Report

        Rispondi

  • marino43

    30 Agosto 2016 - 11:11

    Ma proprio non riuscite a rimane senza! Non ne facciamo volentieri a meno. Poveretti! Cosa ne sarà di voi lecchini quando davvero avverrà l'evento!

    Report

    Rispondi

    • 12ZAMPE

      30 Agosto 2016 - 19:07

      Prima o poi avverrà 'l'evento' per tutti, tu che dici???

      Report

      Rispondi

  • JamesCook

    30 Agosto 2016 - 08:08

    Villa Certosa peggio che la Corea del Nord........ non ho mai letto un articolo così mieloso (eufemismo)

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog