Cerca

La riunione "segreta"

Movimento 5 Stelle, grillini all'hotel Saint John: "In Parlamento come al Grande Fratello"

Bocche cucite, sfottò ai giornalisti, goliardia: i neo-onorevoli riuniti per 48 ore a Roma, oggi attesi Grillo e Casaleggio

Movimento 5 Stelle, grillini all'hotel Saint John: "In Parlamento come al Grande Fratello"
Lo ripete fino allo sfinimento, Beppe Grillo: "Il Movimento 5 Stelle cambierà il mondo". Nell'attesa, dall'Hotel Saint John a Roma, a due passi da piazza San Giovanni, i grillini provano ad organizzarsi per cambiare il Parlamento italiano. Un summit di 48 ore prima segretissimo, poi, una volta scoperto il luogo incriminato, ecco l'assalto di fotografi, paparazzi puri (l'obiettivo, spiega Aldo Cazzullo sul Corriere della Sera, sarebbe la giovane candidata alla presidenza della Camera Marta Grande, con tanto di fidanzato), giornalisti. I 156 neoeletti parlamentari a 5 Stelle hanno un obiettivo: "prendere tutti per il culo". I giornalisti, s'intende.


"Come al Grande Fratello" - Il clima comunque, tra i grillini, è tra il goliardico, l'isterico e lo spaesato. "Siamo qui solo per organizzarci, la linea ce la darà Grillo quando arriva. Le decisioni le prenderemo tutti insieme, in maniera collegiale", spiega il big Vito Crimi. La condotta, però, è chiarissima. "Respingere gli infiltrati", fare attenzione ai possibili voltagabbana, quelli che fanno già l'occhiolino alle proposte indecenti del Pd (quelli che, per dirla alla Grillo, sono da "cacciare a calci"). E quando qualcuno si sbottona sulla propria "filosofia politica", beh, qualche sorriso ci scappa. Per esempio, la deputata piemontese Laura Castelli spiega di essere venuta a Roma in aereo "anche se sono conto l'aereo perché inquina troppo. Però costava meno del treno...". Un altro neo-onorevole si sbilancia sull'Irap ("io la pago"), qualcuno fa pure polemica sul luogo scelto, il Saint John, che è di proprietà del Vaticano "e non paga l'Imu". L'impressione, alla fine, è quella di una grande assemblea d'istituto, stile occupazione al Liceo. Eccitazione, entusiasmo, tante idee e ancor più idealismo. La differenza sta nelle telecamere, che sono e saranno ovunque. Non a caso, un militante si lascia scappare: "Tra 10 giorni saremo dentro il Grande Fratello. Vivremo cinque anni tutti insieme, nasceranno amori e odi". Pronti al televoto?  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • noinciucio

    04 Marzo 2013 - 13:01

    per barone del carretto- quello che lei dice si potrebbe fare qualora non ci trovassimo nella situazione in siamo, con una disoccupazione alle stelle e con le aziende che chiudono a spron battuto! Adesso non abbiamo bisogno di scolaresche in scampagnata, nè di allegria e giovinezza in Parlamento, ma di gente seria, capace e responsabile che faccia ripartire la nostra economia!

    Report

    Rispondi

  • noinciucio

    04 Marzo 2013 - 13:01

    Do' un consiglio a Laura Castelli: considerato che l'aereo inquina troppo, il TAV non si può prendere in quanto siete contro alle linee al alta velocità, mi perchè non vieni in bicicletta? Anzi un consiglio ancora migliore, perchè non te ne stai a casa? Tanto qui vieni a fare ciò che dice Grillo, cioè il nulla assoluto! Ma pensano veramente di stare al potere per 5 anni? Oltre che patetici sono anche illusi!

    Report

    Rispondi

  • Megas Alexandros

    04 Marzo 2013 - 13:01

    piacere di conoscervi scimmie mentecatte!!!

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    04 Marzo 2013 - 13:01

    ricordiamo che la destra e la sinistra continuarono imperterriti a litigare offrendo il Paese al socialista mussolini e le sue squadre (anche le squadre erano piene di idioti incapaci, che sembrarono inoffensive all'inizio). Paragonato a questi nuovi neo-fascisti di ora Mussolini era un "democratico" all'inizio. Questi (grillo e casaleggio) gia' partono con palesi azioni da dittatura che Mussolini non si sognava neanche (all'inizio). E questi non sono ancora neanche partiti che hanno gia' fatto fuori la stampa, i disxsidenti epurati subito e addirittura minacciando i propri eletti e elettori (che e' la stessa cosa), cosi'.. come se niente fosse.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog