Cerca

Gli scenari

Governissimo o ritorno al voto: le posizioni di Berlusconi e Bersani

Il segretario Pd: "Grillo decida o tutti a casa". Ma ha il partito contro. Il Pdl tratta. E c'è Napolitano...

Berlusconi e Bersani

Berlusconi e Bersani

Il Cavaliere lo ha ribadito anche ieri, coi suoi fedelissimi: "Tranquilli, il Pd dovrà trattare con noi". E se non sarà il segretario Pierluigi Bersani a farlo, ci penserà probabilmente lo stesso Partito democratico. Ospite da Fazio a Che tempo che fa, Bersani ha proseguito con la linea dura nei confronti del Pdl ("Irrealistica un'intesa con loro") e con quella morbida verso il Movimento 5 Stelle. Il guaio, per lui, è che il resto dei vertici democratici non la pensano così. Un governo Pd-5 Stelle, oltre che inquietante, non darebbe garanzia alcuna di stabilità. Ne è convinto pure il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che non vuole dare Palazzo Chigi a Bersani dietro lo slogan "ho 8 punti, vediamo chi ci sta". Il Quirinale pretende, oltre che un programma, anche una alleanza solida e duratura, o almeno non a scadenza immediata. Quella che vuole mettere in piedi Silvio Berlusconi.

Che cosa vuole il Pdl - Mercoledì si riuniranno i vertici del Pd ed è possibile che, di fronte ai prevedibili prossimi sberleffi grillini, la linea Bersani venga sconfessata. Con gioia del Pdl, che ha già inviato in missione il gran ciambellano Gianni Letta a trattare con il capo occulto della sinistra, Massimo D'Alema. La volontà è quella di non andare al voto subito, ma fare le riforme necessarie (in primis, quella elettorale saltata l'ultimo anno) per tornare alle urne e disinnescare la bomba Grillo. Anche se la tentazione di Berlusconi non sarebbe il semplice "governo di scopo", magari tecnico, ma un governo di larghe intese di più lunga durata e più ampio respiro, almeno per un paio d'anni, per traghettare l'Italia verso la Terza Repubblica. Perché se Bersani favorirà la "bolla grillina", è la teoria del Cav, "si consegna a un gioco pericoloso per il suo partito e per l'Italia".

Cancellieri a Palazzo Chigi? - Al di là dei temi, resta da capire che infilare a Palazzo Chigi per accontentare le due anime. Giuliano Amato preferisce il Quirinale (poltrona che Berlusconi vorrebbe affidare al suo Letta), Ignazio Visco preferirebbe restare a Bankitalia. Matteo Renzi è carta politica e lui per primo vorrebbe mettersi in gioco davanti agli elettori. Il pallino ce l'ha in mano il Colle. E secondo Vittorio Maciocce del Giornale il nome nuovo per il toto-premier potrebbe essere il ministro degli Interni Anna Maria Cancellieri. Nome poco appetibile, forse, ma l'alternativa è quella proposta da Bersani: "Si va tutti a casa". Sempre che a casa non ci vada per primo proprio il segretario Pd.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • arwen

    05 Marzo 2013 - 20:08

    Io non mi faccio proprio nessuna illusione. Daltronde lo avevo detto che qualunque fosse stato l'esito delle elezioni saremo finiti nel guano fino alle orecchie.E infatti guano è! Ma penso anche che il meglio debba ancora venire!

    Report

    Rispondi

  • pinux3

    04 Marzo 2013 - 19:07

    Veramente chi è per l'"inciucio" è solo una minoranza (che rischia di essere "linciata" dalla base), non fatevi illusioni...Vi site chiesti come mai D'Alema sia stato costretto a fare subito marcia indietro?

    Report

    Rispondi

  • bungabungaband

    04 Marzo 2013 - 17:05

    tu sei come i 2 della foto che si credono CHURCHILL e DE GAULLE e non hanno ancora capito di essere due residuati bellici,stanno ancora a parlare di poltrone ed invece l'm5s si prepara ad imbalsamarli(in verità uno già mezzo lo è)...Sveglia gonzo ai grillini qualsiasi strategia useranno andrà di lusso:faranno l'inciucio pd e pdl tempo 6 mesi saranno presi a calci in cu@@(che bello vedere Brunetta e Fassina insieme nei banchi del governo a fare le riforme uahahaahah);il pd insieme ai 5 stelle?che goduria vedere cosa voteranno Bindi,finocchiaro...quando i grillini presenteranno la proposta di tagliare i fondi ai sindacati ahahhahaah.Se vuoi continuare a consolarti con i dinosauri...accomodati ma tieni a mente la discriminante tra i 2 schieramenti 5 stelle e pd,pdl,lega etc che i primi,ragazzoti inesperti fascisti,comunisti populisti come li vuoi chiamare,non hanno interessi da difendere gli altri sono pieni zeppi di conflitti d'interesse............ ARRENDETEVI?SI.THE END

    Report

    Rispondi

  • UNGHIANERA

    04 Marzo 2013 - 16:04

    Il povero Grillo si trova ora in una situazione inaspettata,non credeva che le sue urla avrebbero fatto presa su tanti insoddisfatti! Adesso i consensi elettorali sono arrivati e,Grillo è sceso dal palco muto!Ora tocca anche a lui esprimere una sua visione politica,fatta di scelte e idee le quali dovranno confrontarsi in aula e vincolate alle regole costituzionali!ARRENDETEVI!Me la ricordo questa intimazione pre elettorale,ARRENDETEVI,SIETE CIRCONDATI!Sono passati solo alcuni giorni da questa sua intimazione alla classe politica e,ora,anche lui è dall'alta parte della barricata!Sto aspettando che il comico si confronti con la realtà politica e intanto,continuo ad aprire scatoloni di pop-corn!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog