Cerca

Offesa gratuita

Dal grillino, un raggelante insulto: "Boschi, sei solo una...". È guerra"

Maria Elena Boschi

Cosa c’è di meglio che giocare con i giochi per antonomasia, e tali sono le Olimpiadi, per distogliere l’attenzione dell’opinione pubblica e incalzare la sindaca Virginia Raggi? Forse nulla. Forse. Di sicuro i cinque cerchi sono lo strumento scelto da Grillo per rianimare la base del Movimento 5 stelle e costringere Virginia alla resa incondizionata, creando un argomento in più per la polemica del Pd contro la sindaca e i 5 Stelle. Con il post di Elio Lannutti sul blog di Grillo, rilanciato dal leader pentastellato anche su Twitter, lo slogan «Olimpiadi, no grazie» è diventato un imperativo.

Dal canto suo Virginia Raggi prova ad accodarsi a BeppeMao. La segreteria della sindaca ha annullato l’audizione della Raggi in commissione Cultura e Sport del Senato, fissata per martedi prossimo. All’ordine del giorno un solo punto: la candidatura di Roma alle Olimpiadi. Ma per recuperare il rapporto con i romani un tratto di penna sull’agenda non basta. E così, per la seconda nel giro di poche settimane, Virgina oggi sarà in Vaticano, ospite dell’Azione Cattolica e di monsignor Nunzio Galantino. Il 17 settembre, invece, in Campidoglio sarà celebrata la prima unione civile a Roma e sarà la stessa sindaca a celebrare il rito. Molto marketing e poca sostanza. Per quella ci vuole tempo. «Ci sono 14 candidati, ne abbiamo parlato e presto avrete notizie», dice l’assessore capitolino al Commercio Adriano Meloni, lasciando il Campidoglio al termine della Giunta che ha affrontato il nodo della sostituzione dell’assessore al Bilancio.

Un altro assessore sempre in bilico è Paola Muraro. La permanenza dell’ex consulente di Ama dipende, come ha proclamato Raggi, dagli sviluppi dell’inchiesta della procura di Roma. Le carte della audizione della Muraro in Commissione parlamentare ecomafie, assieme al suo dossier, arriveranno la prossima settimana ai pm, che poi potrebbero sentirla. La «signora dei rifiuti» ieri mattina si è fatta un giro in diversi quartieri in cui i cittadini avevano segnalato la ricomparsa dell’immondizia in strada. Nel frattempo l’attuale vicecapo di gabinetto, Raffaele Marra, sarà ricollocato in un’altra sede, come spiega un post comparso sul blog di Beppe Grillo. Altro segnale dell’ingresso di Grillo in Campidoglio confermato, anche se indirettamente, da Luigi Di Maio. «È stata usata Roma come un manganello contro il Movimento 5 Stelle. Si è usata la questione della mail per affossare me e i grillini: ma non ci riusciranno», sostiene il vice presidente della Camera. Dunque il vero bersaglio non è la Raggi, ma il Movimento. Ecco perché Grillo è tornato in pista. «Io mi sono scusato perché ho sottovalutato la mail. Di cosa stiamo parlando? A Roma c’è un sindaco, chiedete a lei, io ho risposto per me», chiosa Di Maio, quasi a voler prendere le distanze dall’inquilina del Campidoglio, sempre più abbandonata a se stessa.

A dare una mano a Di Maio ci pensa il ministro per le Riforme, Maria Elena Boschi, entrata a gamba tesa nella polemica, denunciando gli insulti sessisti ricevuti in Parlamento, anche dalla «colleghe pentastellate». Secondo l’esponente del Pd, che riservò un’accoglienza alquanto algida alla sindaca della Capitale in occasione del loro primo incontro ufficiale all’università Pontificia, le grilline non esitano a dare alla ministra delle Riforme, ad altre colleghe e alla presidente della Camera, delle «veline» e delle «ancelle». Cosa c’è di meglio che giocare quando il gioco si fa duro.

di Enrico Paoli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marcomasiero

    22 Settembre 2016 - 16:04

    beh Boschi ... fare l' ancella è probabilmente l' unica cosa che ti riuscirebbe bene

    Report

    Rispondi

  • nordest

    22 Settembre 2016 - 12:12

    Boschi piantala vai a goderti i soldi di tuo padre.

    Report

    Rispondi

  • giacomolovecch1

    11 Settembre 2016 - 13:01

    ....poverina...quanto mi dispiace.....una vittima !

    Report

    Rispondi

  • levantino

    10 Settembre 2016 - 20:08

    Ha studiato molto,come del resto il padre. Ma cosa serve studiare quando lo studio serve per fregare la gente? Altro che ancelle,veline e chi più ne ha più ne metta,sono parole innominabili quelle che dovrebbero dire!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog