Cerca

L'ipotesi

Amato ancora lui. Renzi graziato dai giudici: come lo salva il dr Sottile

Amato ancora lui. Renzi graziato dai giudici: come lo salva il dr Sottile

Prima del referendum costituzionale, per Matteo Renzi è il 4 ottobre la data che potrebbe creargli più di un problema. In quel giorno la Corte costituzionale si dovrà pronunciare sulla legge elettorale approvata dal Parlamento lo scorso anno, l'Italicum, e l'esito non è per nulla scontato. Una bocciatura del sistema di voto con il ballottaggio indebolirebbe il premier tanto con la minoranza interna, che lo aspetta al varco, quanto con l'opposizione "moderata", a partire da Forza Italia, con la quale da settimane cerca di aprire spiragli di dialogo per una limatura delle regole elettorali.

Uno scenario che esporrebbe un organo terzo come la Corte costituzionale al fuoco incrociato della politica, sempre se non passi la linea di un consigliere vip della Consulta, Giuliano Amato, che secondo il Giorno avrebbe un piano diabolico per disinnescare il pericolo imminente.

Il dottor Sottile starebbe pensando di convincere i colleghi a svolgere regolarmente l'udienza nel giorno del Patrono d'Italia, ma con la doverosa premessa che la Camera di consiglio rinvierà il giudizio a dopo il referendum.

Le speranze della maggioranza sul rinvio della Consulta sono alte anche per ragioni di merito proprio dell'Italicum. C'è chi spera che nelle prossime settimane il Movimento Cinquestelle vada man mano depotenziandosi, schiacciato sotto il peso del caos romano. E con i grillini sempre meno minacciosi, anche l'ipotesi di abolire la fase di ballottaggio avrebbe sempre meno sostenitori, mantenendo così un po' più integra la legge tanto voluta dal Pd renziano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gregio52

    13 Settembre 2016 - 16:04

    Che ormai tutto il nostro Paese fosse in mano ad una combriccola di farabutti peggiori dei mafiosi questo lo sapevamo orami da tempo. L'unica cosa da sperare che il buon Dio si ricordi di noi e con gran sagacia li faccia sparire par causa naturale portandoseli nell'aldilà in quei gironi dell'inferno tanto ben descritti da Dante.

    Report

    Rispondi

  • orione1950

    orione1950

    13 Settembre 2016 - 15:03

    E' la terza volta che commento!! Questi bastardi fanno solo tattica. "Ils n'ont pas de pain ? Qu'ils mangent de la brioche" (Non hanno pane? Che mangino la brioche) diceva Maria Antonietta poco prima di essere decapitata. Vorrei essere più giovane per vedere la fine di questi miserabili.

    Report

    Rispondi

  • ernesto1943

    13 Settembre 2016 - 14:02

    un'altro pidocchio succhia sangue.DIO ce ne liberi.

    Report

    Rispondi

  • begeca

    13 Settembre 2016 - 12:12

    REnzi e tutto il PD hanno sempre dichiarato che l'Italicum non aveva a che fare con la riforma costituzionale essendo una legge ordinaria quindi basta una maggioranza in parlamento per cambiarla adesso la collegano alla riforma costituzionale come mai ?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog