Cerca

Occhio alle date

Cosa c'è dietro le parole dell'ambasciatore: il piano Usa per blindare Renzi

Cosa c'è dietro le parole dell'ambasciatore: il piano Usa per blindare Renzi

L'endorsement dell'ambasciatore Usa sul sì al referendum? Nulla al confronto di quello che stanno preparando a Washington per blindare Matteo Renzi. Secondo il Corriere della Sera le parole di John Phillips che tanto hanno fatto infuriare il "fronte del no" sono da derubricare alla voce "imprudenza", semplice sfogo tra amici visto il contesto in cui sono state dette, il Centro studi americani. Occhio però, il presidente del Centro studi è Gianni De Gennaro e quello onorario è Giuliano Amato. Quest'ultimo, storico amico degli americani, sarebbe anche il grande manovratore che potrebbe far slittare il voto della Corte costituzionale sull'Italicum. Un'eventuale bocciatura della legge elettorale (voto previsto a il 4 ottobre, cioè qualche settimana prima del referendum) potrebbe essere l'anticamera della fine di Renzi. Insomma, tutto torna. 

La cena Obama-Renzi - Il vero cambio di marcia, però, arriverà in quegli stessi giorni. Se l'uscita di Phillips risulta "inattesa" a Palazzo Chigi, programmata da tempo è invece la cena organizzata a Washington dal presidente Obama in persona il prossimo 18 ottobre. Occhio alla data, dunque, e all'ospite d'onore alla Casa Bianca: Renzi. Sarà una "occasione per celebrare profondità e ampiezza del nostro rapporto con l'Italia e scambiare vedute sul futuro dell'Europa". Un assist di peso (l'ultimo prima delle presidenziali Usa), per confermare la volontà degli Usa di favorire un clima italiano stabile e senza scossoni. In questo senso, la vittoria del sì al referendum (e un accordo sull'Italicum dentro il Pd, come auspica Giorgio Napolitano) non è auspicabile, ma elemento obbligato. Se sarà ingerenza, lo decideranno gli elettori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ernesto1943

    14 Settembre 2016 - 21:09

    due nullità,se dovessero mancarci non li piangerebbero nemmeno i parenti stretti.

    Report

    Rispondi

  • filder

    14 Settembre 2016 - 19:07

    ALLA FACCIA DEDLI "ASSIST PRO RENZI ALIAS pinocchio": VOTEREMO IN MASSA NO ANCHE PER DARE UNO SCHIAFFO MORALE AL COMUNISTA CHE INVECE DI GODERSI LA SUCCOLENTA PENSIONE PAGATA DAL POPOLINO ITALIANO, STA ANCORA A MANOVRARE NELLA STANZA DEI BOTTONI

    Report

    Rispondi

  • primus

    14 Settembre 2016 - 19:07

    Basta guardarli e ti viene il vomito. Chiaro che tutto è stato organizzato ............con la partecipazione di quelli che hanno mandato in merda l'Italia

    Report

    Rispondi

  • FUORIDALLEPALLE

    14 Settembre 2016 - 16:04

    CHE BELLA ...DUE GRANDISSIMI STRONZI IN UNA FOTO!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog